Passato di letture

In Hitler di Chapoutot e Ingrao, la storia della resistibile ascesa di un demone qualsiasi

Illustrazione di Lorenzo Mattotti tratta dal libro "Oltremai", Logos 2013

Illustrazione di Lorenzo Mattotti tratta dal libro "Oltremai", Logos 2013

Hitler.

Ogni anno bancali di saggi con questa parola nel titolo vengono dati alle stampe: alcuni striminziti, altri delle dimensioni di materiale laterizio e di pari leggerezza. Molti, troppi, zeppi di presunte "rivelazioni shock", "segreti svelati". Pubblicazioni che vedono la luce per i motivi più vari: soprattutto, va detto, perché questo è un cognome che "vende".

Il saggio degli storici francesi Chapoutot e Ingrao, edito in Italia da Laterza (2021) tenta di staccarsi da questa visione fossilizzata per dare al Führer un’interpretazione libera da mitizzazioni e leggende nere. Tentativo ancora più complesso per il fatto che il testo arriva a stento alle 140 pagine: appena uno stuzzichino, su un argomento a proposito del quale altri hanno prodotto chili di carta. Ma la sua riuscita sta proprio in questo: la volontà dichiarata di inquadrare gli aspetti della vita del dittatore che ne hanno influenzato e guidato l’agire, dall’infanzia solitaria fino alla solitaria morte nel bunker. Niente analisi psicologiche su presunti traumi infantili né esaltazioni messianiche di vicende fin troppo banalmente umane.

Solo il racconto, a volte forse troppo veloce, di come un uomo con scarse attitudini sociali e grossi problemi relazionali riesca ad approfittare di occasioni fortuite per alimentare il mito che ha di sé stesso e finendo per far digerire – o comunque non sconfessare- questo mito a un’intera nazione. Un percorso zeppo di battute d’arresto e sconfitte, di scommesse vinte o perdute rovinosamente. Un’ascesa per nulla irresistibile che restituisce al lettore un Adolf Hitler tutt’altro che "speciale" o "provvidenziale". Umano e, quindi, drammaticamente evitabile.

Hitler
Hitler Di Johann Chapoutot;Christian Ingrao;

Ciò che si delinea è quindi la storia di un uomo, di un destino, ma anche, per suo tramite, di un oggetto che abbracciò l'Europa e che si autodenominò "Terzo Reich"

NON LEGGETELO se siete amanti del gossip storico e di presunti esoterismi macabri sul demone di Braunau, se siete tra quelli che cercano nella figura del dittatore tedesco i tratti del mostro dai piani perfetti e incontrastabili. In questo saggio troverete un mediocre che in troppi sottovalutarono e che in troppi, fin quasi all’ultimo, non ebbero interesse a fermare.

NON LEGGETELO se avete già divorato l’intera produzione di storici come Kershaw o Ullrich e pensate che sotto le 600 pagine non esistano saggi ma solo brochure. Questo è un veloce condensato delle (dis)avventure umane e politiche di un ometto che voleva governare il mondo e sfortunatamente c’è quasi riuscito, non una cosmogonia nazi.

NON LEGGETELO se volete leggere un libro solo su questo tema. Con questo vi verrà voglia di saperne di più.

Gli altri passati di letture


Se ti è piaciuta l'illustrazione

Libri per approfondire la figura di Adolf Hitler

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente