Sapore di sala

Il sogno americano secondo Frank Capra

Il 18 maggio di 125 anni fa, nasceva Frank Capra. Il regista de La vita è meravigliosa, la «favola natalizia per eccellenza» e di Accadde una notte, antesignano di tutte le rom-com. Pioniere del sogno americano, fu tra i più influenti dell’epoca d’oro di Hollywood con tre Oscar - su sei - vinti per la miglior regia (un record superato solo da John Ford) e due al miglior film.  

Fra i suoi iconici capolavori ricordiamo anche Signora per un giorno (1933), L'eterna illusione (1938), Arsenico e vecchi merletti (1944). Personificazione dell’american dream, Capra si trasformò da anonimo emigrante a celebrità planetaria. Re della commedia americana con happy-ending, fu divulgatore di ottimismo e di buoni sentimenti. 

I suoi classici, impressi nell’immaginario collettivo, lo rendono l'artista del Novecento più vicino a Walt Disney. Entrambi erano dotati dell'abilità di offrire intrattenimento di massa, su cui gli intellettuali potessero trovare anche un significato profondo. Immensa la sua eredità, capace di ispirare cineasti come Steven Spielberg, Robert Zemekies e Ron Howard. 

Ultimo dei sette figli di un fruttivendolo e di sua moglie, Francesco Rosario Capra nasce a Bisacquino in provincia di Palermo nel 1897. All’età di 5 anni, si trasferisce con la famiglia Oltreoceano per raggiungere uno dei fratelli maggiori a Los Angeles, dopo un viaggio di oltre venti giorni. Nonostante le condizioni precarie in cui viveva la sua famiglia, Capra riesce ad iscriversi alla facoltà d'ingegneria chimica presso il Throop Institute (il futuro California Institute of Technology). Si mantiene svolgendo le più svariate mansioni all’interno dell’istituto (come servire ai tavoli della mensa e pulire le attrezzature scientifiche) conseguendo, infine, la laurea nel 1918.

Nel 1922 Capra gira il suo primissimo film, un corto. Basato su una poesia di Rudyard Kipling, Fultah Fisher's Boarding House racconta di una prostituta che provoca una rissa in cui ci resta secco un marinaio. Nel 1928, la Columbia Pictures bussa alla sua porta. Sarà un incontro destinato a fare la storia di Hollywood. Grazie alle competenze di ingegneristica, Capra riesce ad adattarsi alla nuova tecnologia del suono rispetto alla maggior parte dei suoi colleghi. Motivo per cui la Columbia, in cerca di affermazione su un mercato dominato dalle "Big Five" (Metro-Goldwyn-Mayer, Warner Bros., Paramount, 20th Century Fox, RKO), concesse al giovane regista un'autonomia impossibile da ottenere in un altro Studios. Per la nascente major, Capra girò 20 film inclusi tutti i suoi classici. 

Prestato dalla MGM come «punizione» per la sua relazione con Joan Crawford, Clark Gable incarna il reporter che cede al fascino dell’ereditiera in fuga Claudette Colbert in Accadde una notte (1934). Precursore del genere «on the road», è la prima pellicola della storia a vincere i 5 premi Oscar principali: miglior film, miglior regista, miglior attore protagonista, miglior attrice protagonista e miglior sceneggiatura non originale (Robert Riskin).  

Ne La vita è meravigliosa (1946), tratto dalla novella The Greatest Gift di Philip Van Doren Ster, Capra racconta la parabola di George Bailey interpretato dal superfavorito James Stewart. Un uomo onesto ma sfortunato che vuole togliersi la vita. È la vigilia di Natale e un angelo accorrerà in suo aiuto per fargli capire quanto stia contribuendo a rendere il mondo un posto migliore. 

La trilogia di Ritorno al Futuro nasce su modello di questo classico delle feste. L’idea del «mondo alternativo peggiorato» è stata ripresa nel secondo capitolo; quando Marty torna nel 1985 modificato dagli eventi passati, ossia, dalla morte di suo padre George per mano dell’antagonista Biff (ispirato al ricco e malvagio Henry Potter). All'apice della fama, Frank Capra diventa il primo regista a vantare "il nome sopra il titolo". Un privilegio concesso in precedenza solo ai padri fondatori della Settima Arte, D.W. Griffith e Cecil B. DeMille. 

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente