Dazeroasei

Il primo giorno di scuola

Illustrazione digitale di Giusy Gallizia, 2022

Illustrazione digitale di Giusy Gallizia, 2022

L’estate rappresenta per tutti un momento felice e di tregua dalla routine quotidiana, ma questa stagione è spesso anche una fase di transizione tra momenti fondamentali della vita, in particolar modo per chi deve intraprendere nuove esperienze di crescita, come nel caso dei bambini più piccoli che si apprestano a vivere l’ingresso nella scuola dell’infanzia o nella primaria. Questo passaggio così delicato costituisce, tanto per i genitori quanto per i piccoli, una novità a tratti difficile da gestire che può e deve trasformarsi invece in quella condivisione di emozioni che costituisce la base dell’apprendimento vero e da cui dipende, a volte, anche la realizzazione di ciascuno. Chi di noi non ricorda i primi giorni di scuola, soprattutto nelle fasi di passaggio importanti? La scuola è, infatti, uno dei luoghi centrali della vita di ognuno e intorno a essa si sviluppano un ventaglio di emozioni diverse e contraddittorie che non possono essere date per scontate, ma che piuttosto andrebbero condivise e ragionate tra piccoli e grandi. L'eccitazione e l'entusiasmo per una nuova avventura rischiano di unirsi alla paura e all'ansia di ciò che non si conosce, quindi è proprio questa fase dell’anno il momento giusto per accompagnare i bambini all’appuntamento con la scuola, che sia esso una novità o una ripresa, sostenendoli con attenzione e senza sminuire le loro preoccupazioni. Come? Per esempio, leggendo storie nelle cui emozioni dei protagonisti i piccoli possono rispecchiarsi e far emergere i loro sentimenti. Tra le tante, segnalo Piccolo Gufo va a scuola e Il mostro dei colori va a scuola: insieme ai personaggi, i bambini si sentiranno in grado di affrontare questa avventura vera e propria, soprattutto per quanto riguarda il distacco dai genitori e i ritmi nuovi!

Illustrazione tratta dal libro "Piccolo Gufo va a scuola", di Debi Gliori, Alison Brown, Mondadori 2019

Il primo giorno di scuola riempie la mente e il cuore del bambino di cose ed esperienze che, per chi affronta per la prima volta la scuola dell’infanzia, potrebbero diventare già “familiari” e più semplici grazie a dei testi cartonati ricchi di particolari dedicati a questa tematica. Sebbene in questi libri spesso non siano raccontate delle vere e proprie storie, le ambientazioni che narrano la quotidianità di una giornata all'asilo assumono non solo una funzione rassicurante, ma possono essere utili ad accendere nell’animo del piccolo quell’entusiasmo necessario ad affrontare i momenti di spaesamento dovuti al distacco e alla novità. Sfogliare insieme a lui un libro come Evviva la scuola materna!, significa aiutarlo a scoprire quello che lo aspetta, che potrà essere emozionante anche se starà tanto tempo lontano da casa e dai genitori. Esistono inoltre libri che, mentre parlano ai bambini, contengono pagine dedicate ai genitori, con preziosi suggerimenti di psicologi ed esperti circa i comportamenti a cui fare attenzione, come Io vado a scuola. Ispirato agli studi di John Bowlby.

Illustrazione tratta dal libro "Evviva la scuola materna!". di Marianne Dubuc, La Margherita 2021

Il ruolo della famiglia è fondamentale per accompagnare il bambino verso questi nuovi percorsi formativi: è sempre utile parlargli dei futuri incontri, delle giornate belle che vivrà, ma soprattutto aiutarlo ad organizzare i ritmi diversi e il materiale che gli servirà. Il passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare, inoltre, è quello più difficile da affrontare: amicizie nuove, regole, concentrazione e un confronto continuo con gli altri richiedono a volte tempo e fatica al bambino e aiutarlo a immaginare in maniera fantasiosa quello che potrebbe accadere nella scuola mentre i bambini non ci sono, potrebbe essere un espediente divertente per alleggerire questo momento di crescita ma anche di tensioni e preoccupazioni, rivelando loro, per esempio, che anche i mobili, i banchi e i muri della scuola stessa sono preoccupati nell’incontrare sempre bambini nuovi! Cosa succede quindi nelle aule in assenza dei bambini? Davvero tutto parla e prende vita? Se non ci credete potete trovare le storie da raccontare in questi simpatici libri:

Michela Guidi, La scuola magica, Feltrinelli

Adam Rex, Un grande giorno per la scuola, Giunti

Tra le più grandi preoccupazioni può esserci quella dell’incontro con la nuova maestra, che alle elementari diventa sempre più importante: tutto cambia a seconda del tipo di maestra che si incontra, di come funziona o "di cosa contiene"! Un divertente e raffinatissimo omaggio a queste figure fondamentali della nostra crescita è Come funziona la maestra.

Ma anche lettere e numeri non sono affatto personaggi noiosi, come ci dimostra Leo Lionni con il suo L'albero Alfabeto.

“La scuola che cos’è, quindi?”, potrebbero chiederci i nostri piccoli bambini spaesati. In maniera semplice, ma poetica e con illustrazioni tenere e coinvolgenti ci rispondono Marco Somà e Luca Tortolini, dando vita, in uno splendido albo, a una scuola di animali deliziosi :“luogo aperto anche quando è al chiuso”,somma di tante differenze”, presenza costante di amici e soprattutto di “maestre e maestri che insegnano che cos’è la bellezza e quella meraviglia che si chiama immaginare. Insegnano anche a sbagliare, perché più si sbaglia più si impara". 

Che cos'è la scuola?
Che cos'è la scuola? Di Luca Tortolini;

La scuola è uno spazio aperto anche quando è al chiuso. È un luogo pieno di parole e idee, dove bambine e bambini di tutti i tipi si scambiano i pensieri, le penne, la merenda, e qualche volta gli abbracci. Dove le maestre e i maestri insegnano a immaginare, a sbagliare, a vivere. È un tesoro prezioso, da proteggere e amare.

In realtà, già alcuni decenni fa tutto questo ce lo diceva Gianni Rodari, Maestro dei maestri, nel suo Il libro degli errori con innumerevoli filastrocche dedicate a quasi tutti i concetti base della scuola elementare. Rese semplici grazie a divertenti storielle nate da “casuali” sbagli, le regole giuste sono rimaste impresse nella mente e nel cuore di intere generazioni! Il suo approccio irriverente e geniale non solo alla scuola, ma anche alla vita, ci ricorda sempre che imparare è un modo di stare al mondo e se lo si fa divertendosi tutto diventa più semplice!

Illustrazione tratta dal libro "Un grande giorno per la scuola", di Adam Rex, Christian Robinson, Giunti Editore 2018

Altri consigli di lettura 

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente