Dasetteadodici

Da che parte per Yellowstone? Un viaggio alla scoperta dei parchi nazionali del mondo di Aleksandra Mizielinska e Daniel Mizielinski 

Libro finalista del Premio Orbil 2022

 

Questo è proprio un libro speciale: se dei due autori avete amato Mappe. Un atlante per viaggiare tra terra, mari e culture del mondo, non potete perdervelo.

Vi metterete in cammino con due simpatici personaggi: il bisonte Kuba e lo scoiattolo Ula, che sono grandi amici e vivono in un'immensa foresta che si chiama Białowieża, in Polonia. Un giorno decidono di partire e attraversano i continenti del mondo, facendo tanti incontri molto interessanti e spassosi. Lasciatevi condurre alla scoperta dei grandi parchi, come Yellowstone, Manu, Namib-Naukluft, Jiuzhaigou.

Vi faranno ridere continuamente e imparare tantissime cose meravigliose. Troverete, per esempio, il più antico pino del mondo che gli scienziati tengono nascosto e segreto, per proteggerlo.

Questo libro parla dunque di ambiente, di ecosistemi, mutazioni climatiche, equilibri fragili e preziosi, biodiversità e tempo.

Da che parte per Yellowstone? Un viaggio alla scoperta dei parchi nazionali del mondo

Il bisonte Kuba e lo scoiattolo Ula sono due amici che vivono nella grande foresta di Białowieża, in Polonia. Dopo aver ricevuto una misteriosa lettera dall’America, decidono d’intraprendere un lungo viaggio alla scoperta dei luoghi più selvaggi del pianeta. Li aspettano otto parchi nazionali in varie parti del mondo, da Yellowstone alla Groenlandia, dalla Namibia all’isola di Komodo. Unisciti alla loro simpatica spedizione: vivrai curiose avventure scoprendo rare specie di animali e di piante, paesaggi incredibili insieme a strani fenomeni naturali e, il che non guasta, imparerai cose di cui non sospettavi l’esistenza.

Dopo aver ricevuto una lettera abbastanza misteriosa dall’America, scritta da un bisonte, forse la cugina di Kuba, Ula e Kuba si mettono in viaggio per visitare i posti più selvaggi del pianeta. Ula, lo scoiattolo, è il più coraggioso e intraprendente dei due, mentre il bisonte Kuba è più pauroso; il piccione viaggiatore farà loro da insolita guida.

Mettetevi comodi, potrete “partire” da soli o in compagnia di genitori, zii, fratelli, nonni esploratori, ma solo se amano davvero osservare, mi raccomando, altrimenti chiudete il libro e chiamate un amico.

Vi verranno un sacco di idee, soprattutto se siete amanti degli animali, delle foreste, dei ghiacci, dei mari e dei deserti; se in fondo al cuore vi sentite piccoli scienziati, capirete che ogni pagina nasconde una curiosità speciale: Ula, infatti, tiene un taccuino di viaggio dove annota ciò che vede: foglie, alberi, tracce, rami, animaletti, e insetti.

Lo sai che ho sempre voluto viaggiare

Non resisterete alle avventure di Ula e Kuba e andrete a cercare tutti questi parchi meravigliosi sul mappamondo o l’atlante di casa, e magari chissà, da grandi li esplorerete davvero, con lo zaino in spalla. A proposito, troverete anche una spiegazione dell’occorrente per prepararlo, nel caso vi venga un'immediata voglia di partire! Non prenotate da soli l’aereo, però, come Kuba Ula e Filip. 

Questo libro è di un’accuratezza sorprendente. Le illustrazioni incantano; vi è inoltre ricchezza di particolari scientifici e curiosità racchiuse in un testo sintetico, che parla con allegria di argomenti importanti e molto complessi.

È un po’ come una clessidra che misuri il tempo trascorso dalla formazione del nucleo. Meno carbonio radioattivo rimane, più tempo è passato.

La notte non cala di colpo, per un certo tempo il Sole continua a diffondere una luce sempre più debole , come un perenne crepuscolo. Ai poli questo fenomeno dura molte settimane, perché il sole cala lentamente, girando sotto la linea dell’orizzonte come prima lo faceva al di sopra

L’idea di creare un Parco Nazionale venne agli americani. Affascinati dalla selvaggia natura intorno al grande canyon di Yellowstone, riservarono un’immensa zona dove proteggere piante, animali e paesaggio dall'ingerenza dell'uomo. Lo considerarono un tesoro nazionale da trasmettere alle attuali e future generazioni

Troverete sempre una descrizione del parco, senza troppo testo, quasi come un fumetto: niente pagine fitte di testo come a scuola, non preoccupatevi.

Dimenticate la noia, non sarà una vostra compagna, sarete cullati da un’esilarante ironia.

Con grande sapienza si fanno continuamente salti nella storia per far comprendere l’età della natura e il dono che gli alberi rappresentano per gli uomini: ad esempio, nel 1569, quando la quercia Maciek era ancora un giovane albero, non esistevano ancora i giornali.

I piani temporali si mescolano continuamente per spiegare al meglio le origini delle specie, le abitudini, le razze, come è fatto un terreno, la sua storia, gli scambi tra fauna e flora.

Gli squali della Groenlandia crescono lentamente, ma poiché vivono molto a lungo, anche qualche secolo, possono raggiungere oltre sei metri di lunghezza

Inoltratevi, per esempio, nel Parco Nazionale della Groenlandia, creato nel 1974, 972.000 km quadrati. I nostri amici Ula e Kuba si troveranno al freddo, e si muoveranno tra i ghiacci, vivranno l’equinozio di autunno, le stagioni, le migrazioni, ammireranno le balene e gli squali.

La nostalgia di casa, infine, li farà ritornare. Ma voi ricomincerete dall’inizio, ne sono certa.

Altri consigli di lettura 

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente