La vignetta del giorno

Uguali, non superiori

Uno dei simboli dello scorso 8 marzo sono state le donne in fuga dall’Ucraina. Un gruppo in mimetica, nove in totale, con la bandiera alle spalle e le armi in pugno. Lanciano un messaggio: “Siamo le donne dell’Ucraina, abbiamo messo al sicuro i nostri figli. E ora ci siamo unite ai nostri uomini e all’esercito”.

Spesso si confonde femminismo con “diventare meglio degli uomini”. La verità è che femminismo vuol dire equità e non deve fare paura. Anche se l’equità spesso può spaventare.

In molti hanno sfilato per le città proprio l’8 marzo. E tra i tanti volti che manifestavano, una ragazza ha ricordato che la Giornata internazionale della donna non è un giorno in cui rivendicare i diritti, ma è un giorno di lotta.

E forse, di fronte a bambine e bambini che fuggono dalle bombe invece di andare a scuola, le donne che prendono in mano le armi e si uniscono agli uomini rappresentano proprio quella lotta. Uguali, non superiori.

Le altre vignette

 

Maledetti scarafaggi

Marco Caselli ci ricorda cosa vuol dire avere a che fare con gli insetti. Reagiamo tutti alla stessa maniera?

Gesù, fucili e bambini

Un grande furgone, una donna sorridente e uno slogan bizzarro. È questo il futuro della Georgia?

Favole e potere

Oggi Guido Brualdi ci parla del potere e delle sue conseguenze. Come? Con una favola.

Memorie dal sottosuolo

Sono Dostoevskij, posso entrare?

Ricchi di serie B

Turisti russi e contanti: quando il Pos non funziona e scoppiano liti e urla.

Non una di meno

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente