La vignetta del giorno

Un caffè troppo corretto

Si fa presto a dire "corretto", anche quando si parla solamente di un caffè.
Anche nei rituali di tutti i giorni - quelli apparentemente più "sicuri" - può instillarsi, goccia dopo goccia, una dose eccessiva di politicamente corretto.
Come un farmaco che assunto in dosi troppo alte rischi di nuocere alla salute del paziente, il politically correct, quando è impugnato come una clava, rischia di disinnescare ogni forma di umorismo. O di rendere amarissimo persino un semplice caffè.

Nota etimologica: in greco antico il "toxikon pharmakon", il veleno dell’arco, indicava il veleno nel quale veniva intinta la punta della freccia per renderla letale. Quelli di "farmaco" e "tossico", dunque, sono concetti pericolosamente contigui. Non ce ne dimentichiamo, quando parliamo di politically correct.

Le altre vignette

 

Una Stella brilla nei miceli

La sostenibilità è essenziale, anche nell'haute couture

Il barbecue

Dobbiamo correre ai ripari: o ci diamo una regolata, o ci diverremo una grigliata

Dune

Una saga di fantascienza scritta nel 1965 oggi continua a trovare nuove incarnazioni e nuovi adepti

"È un uccello? È un aereo? ... no, è Twitter"

"Quando il sole tramonta, le ombre dei nani si allungano", recita un vecchio adagio citato nei momenti più bui

Un caffè troppo corretto. I libri per capire la storia di un concetto in movimento

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente