Scelti per voi

Lessons di Ian Mcewan

A due anni da Cockroach, edito come sempre in Italia da Einaudi con il titolo Lo scarafaggio, arriva l’ultimo romanzo di Ian McEwan.

Ammetto che non sempre ho trovato la sua narrativa pienamente riuscita, almeno negli ultimi anni, dopo quel grande romanzo che è Espiazione; sempre, ho invece apprezzato la sua scrittura, elegante e ricca e al contempo naturale. Non sapevo perciò cosa aspettarmi da questo suo nuovo tentativo di “grande romanzo” (grande almeno per le aspettative di pubblico e critica) e l’ho aperto con un po’ di scetticismo.

E invece, sono stata risucchiata dentro una storia e dentro alla Storia, senza riuscire a smettere di leggere.

Lessons di Ian Mc Ewan

Vintage Publishing

The mesmerising new novel from Ian McEwan, the bestselling author of Atonement. The world is forever changing. But for so many of us, old wounds run deep. Lessons is an intimate yet universal story of love, regret and a restless search for answers.

Nei momenti di tranquillità Roland rifletteva, di tanto in tanto, sugli eventi e le casualità, personali e globali, minimi o fondamentali che avevano formato e determinato la sua esistenza

Il cuore del racconto è qui, così come la tesi che McEwan porta avanti lungo tutta la narrazione e ovvero: quanto e in che modo gli accadimenti della Storia con la S maiuscola (o il presente che potenzialmente diverrà storia) possono influenzare il corso della nostra esistenza?

Fin dagli anni dell’infanzia, infatti, la vita di Roland Baines, protagonista di questo splendido romanzo, subisce mutamenti e fluttuazioni che seguono il corso degli eventi della storia mondiale, partendo dal primissimo secondo dopoguerra fino ai giorni della pandemia.

Obbligato in qualche modo dal destino e da decisioni prese altrove, Roland si muove, suo malgrado, in balia della corrente, facendosi scegliere e determinare, mai perfettamente risolto, nemmeno da adulto.

““Non credo sarai mai in grado di dirmi perché, ma non sarai mai contento, questo te lo posso dire con certezza””.
Roland pensava che quel che faceva nel mondo reale – le sue svariate, seriali, carriere da freelance, i suoi amici e i suoi svaghi, la sua cultura da dilettante – erano solo distrazioni, brevi sollievi. Evitava il lavoro a salario solo per essere ancora disponibile. Per non dover essere, doveva latitare dalla vita”.

E in questa sua “assenza” dalla vita reale e concreta, però, Roland verrà amato e amerà moltissimo ed è forse l’amore, sembra indicarci McEwan, il grande risolutore di una vita irrisolta.

L’amore preso, dato, subito, accettato, non solo sentimentale ma umano, intero.

É un romanzo pieno e grande, Lessons, decisamente imperdibile per tutti noi che ci siamo spesso sentiti “usati” dalle circostanze e incapaci di scegliere e di metterci, davvero e finalmente, al centro della (nostra) Storia.

Lezioni
Lezioni Di Ian McEwan;

Dalla Crisi dei missili di Cuba alla caduta del Muro di Berlino, dalla glasnost al thatcherismo, dall'invasione dell'Iraq alla pandemia da Covid, il protagonista di "Lezioni" pare fluttuare da un'esperienza alla successiva a motore spento, sospinto dalla sola forza dei venti. Ma strada facendo qualche lezione la impara.

Le recensioni della settimana

Conosci l'autore

Scrittore e sceneggiatore britannico. Esordisce con due raccolte di novelle, Primo amore, ultimi riti (1975 - pubblicato da Einaudi nel 1979 con la traduzione di Stefania Bertola) e Tra le lenzuola (1978 - edito da Einaudi nel 1982 sempre con la traduzione della Bertola), che ritraggono, in uno stile raffinato e impersonale, situazioni quotidiane, dominate tuttavia dall’ossessione per il sesso e segnate dalla morte. Sesso, perversione e morte sono temi trattati anche nei primi romanzi, Il giardino di cemento (1978, portato sul grande schermo nel 1993 dal regista Andrew Birkin con la nipote Charlotte Gainsbourg e tradotto dalla Bertola per Einaudi nel 1980) e Cortesie per gli ospiti (The Comfort of Strangers 1981 - Eianudi 1983, tradotto in film nel 1991 dal regista Paul Schrader con Christopher Walken, Rupert Everett, Natasha Richardson ed Helen Mirren), e diventano una metafora del vuoto di valori del mondo contemporaneo. Nei romanzi successivi lo scrittore si interroga sulla natura delle relazioni e dei sentimenti, spesso estremi, nati in contesti esasperati. Bambini nel tempo (1988 - Einaudi traduzione di Susanna Basso): la scrittura nervosa e asciutta di McEwan si apre in questo testo a improvvisi lampi di suggestiva liricità. Lettera a Berlino (1990 - Einaudi, anocra tradotto da Susanna Basso), da cui John Schlesinger trasse nel 1993 il film The Innocent, con Anthony Hopkins e Isabella Rossellini. Del 1993 anche la storia di The Good Son di Joseph Ruben con Macaulay Culkin, Elijah Wood. Cani neri (1992) indaga invece l’impossibilità di conciliare religione e progresso scientifico, materialismo e metafisica. Si ricordano poi L’amore fatale (1997, Enduring Love) da cui l'omonimo film del 2004 di Roger Michell con Daniel Craig, Amsterdam (1998, Booker Prize), Espiazione (2001 Atonement - nel 2007 divenuto un film di Joe Wright con James McAvoy e Keira Knightley), Sabato (2005), Chesil Beach (2007 a breve un film con la regia di Sam Mendes e la sceneggiatura dello stesso McEwan). Del 2011 è Solar. Nel 2012 esce Miele. Alla sua produzione appartengono anche le raccolte di storie per bambini Rose Blanche (1985) e L’inventore dei sogni (1994). McEwan ha scritto anche per la televisione. Nel 2017 ha vinto il Premio Bottari Lattes Grinzane per la sezione La Quercia, intitolato a Mario Lattes (editore, pittore, scrittore, scomparso nel 2001), dedicato a un autore internazionale che ha saputo raccogliere nel corso del tempo condivisi apprezzamenti di critica e di pubblico.Tra le sue recenti pubblicazioni ricordiamo: Nel guscio (2017), il racconto Il mio romanzo viola profumato (2018), Macchine come me (2019), Lo scarafaggio (2020) e Lezioni (2023).fonti: Enciclopedia della Letteratura, Garzanti 2007; Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche - Catalogo SBN; IMDB

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente