Dazeroasei

Pop-up, i libri che prendono vita

illustrazione di Giusy Gallizia, 2021

illustrazione di Giusy Gallizia, 2021

Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane…

E.Dickinson

Questa potrebbe essere la sensazione di ciascuno di noi di fronte alla meraviglia che ci invade quando apriamo un libro pop up: letteralmente un libro che con le sue immagini “esplode”, o meglio, prende vita tra le nostre mani nel momento in cui lo apriamo, facendoci entrare in un'altra dimensione. In questi libri sono infatti custoditi piccoli lavori di ingegneria della carta, con meccanismi di piegature e prospettive che creano movimenti inaspettati di ambienti, protagonisti e tanti particolari della storia che a volte pare vivano di vita propria anche a libro chiuso.

Nascono quindi capolavori veri e propri, che danno la possibiltà a grandi e piccoli di immergersi nel mondo delle storie, della poesia e anche in quello della scienza, poiché le immagini  che “vengono fuori” avvolgono mente e anima con la stessa delicatezza di cui necessitano per essere maneggiati. Infatti, anche se sono pensati per i più piccoli, spesso diventano appannaggio di collezionisti adulti (appassionati tanto alle storie tradizionali quanto alle incursioni nel mondo della grafica e dei designer) perché subito diventano pezzi non più disponibili, come gli indimenticabili ideati da Sabuda o da Carter.

La notte di Natale. Libro pop-up

Tanto tempo fa, nella città di Betlemme, in una notte stellata è nato un bambino. La meravigliosa storia della nascita di Gesù rivive con tenerezza in sei magnifiche scene animate da Robert Sabuda, maestro nell'arte del pop-up. Una festa per gli occhi, un piccolo tesoro per grandi e piccoli.

Pensando ai grandi classici della letteratura per ragazzi, inizierei la nostra carrellata di meraviglie parlando delle versioni speciali del Piccolo Principe: il pop-up tradizionale ormai best seller che, assieme al testo originale, dedica a ogni illustrazione una singola “scultura” in movimento e la nuova versione carosello che mantiene sì le illustrazioni originali, ma ridimensiona numero e testo degli episodi, diventando un fantastico primo approccio alla storia, oltre che libro-gioco ed elemento di arredo. Della stessa tipologia, con immagini un po’ più complesse, ma altrettanto affascinanti, il recentissimo teatrino di Alice illustrato da Benjamine Lacombe, per raccontare la fiaba attraverso le immagini.

Rimanendo in tema classici, possono sicuramente essere eletti degni rappresentanti del genere La Regina delle nevi, tutto improntato sui toni del blu e dell’azzurro, che riporta di continuo alla mente il cristallo di neve con le sue geometrie sognanti e Harry Potter. Il mondo segreto, uno strepitoso omaggio ad Harry Potter che ci fa circolare e giocare tra le strade di Diagon Alley, passando dall’amato Binario 9 e 3/4 con l’Hogwarts Express ricostruito fin nei più piccoli dettagli ai dodici personaggi con cui interagire.

Altro oggetto da collezione è la serie di libri progettata dallo studio Minalima, il cui primo volume e la prima edizione sono ormai introvabili; i libri hanno scenari intagliati, linguette e alette a sorpresa, oltre che pop-up: i livelli di interazione, ma soprattutto di stupore, sono altissimi per chiunque li sfogli.

“I libri le aprivano mondi nuovi e le facevano conoscere persone straordinarie che vivevano una vita piena di avventure. Viaggiava su antichi velieri con Joseph Conrad. Andava in Africa con Ernest Hemingway e in India con Kipling. Girava il mondo restando seduta nella sua stanza, in un villaggio inglese.“

Matilde, Roald Dahl, Salani

Stupore, questo sperimentiamo quando sfogliamo la collana dei classici ripensati da quello stesso studio Minalima, ma editi dalla Ippocampo che, con la sua voglia di innovare e portare qualità sul mercato, ha pubblicato in Italia alcuni dei titoli più importanti della letteratura per ragazzi, progettati con tale creatività e maestria da renderli oggetti da leggere con le mani.

Ma i mondi più affascinanti, si sa, sono quelli più lontani nel tempo e nello spazio, ed è proprio lì che i piccoli rivolgono la loro attenzione, per togliersi ogni curiosità e provare a “toccare con mano” i particolari di, tra gli altri, dinosauri, pianeti o corpo umano: non a caso la divulgazione scientifica per ragazzi utilizza moltissimo i pop-up per intrigarli, producendo effetti tridimensionali spettacolari e declinando la profondità dell’argomento e la robustezza della carta a seconda della fascia d’età. E se le incursioni nella scienza non bastassero…ci sono l’arte e la storia che ci vengono in soccorso, conquistandoci con pop-up innovativi che riproducono e spiegano addirittura le macchine di Leonardo da Vinci e il suo genio.

Pionieri del mondo delle fiabe con effetto tridimensionale, con le illustrazioni rassicuranti di Tony Wolf (che sembra un nome sconosciuto, ma tutti ci abbiamo avuto a che fare), sono i pop up Dami in diversi formati, da quello gigante a quello normale, che raccolgono nei loro testi le favole più famose e quelle del Bosco, senza trascurare gli ambiti più amati dai piccoli quali cuccioli, mezzi di trasporto e dinosauri.

E PER CONCLUDERE UNA SORPRESA TUTTA NATALIZIA! Per entrare nel mondo segreto di Babbo natale e rivivere la notte più magica dell’anno ecco dei simpaticissimi pop-up a tema per creare l’atmosfera giusta.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente