Dasetteadodici

Miss Dicembre e il Clan di Luna di Antonia Murgo

Un piccolo libro dalla copertina colorata, con i toni del rosso ciliegia, illuminata dalle illustrazioni originali dell’autrice: davvero una sorpresa interessante, sia per la scrittura frizzante, di grande qualità, che per la scelta accurata di un lessico molto ironico, mai scontato, e per l’assoluta originalità della tematica. Da subito sarete incuriositi e non potrete fermarvi nella lettura: pagina dopo pagina seguirete i personaggi attraverso le stanze e i meandri della grande casa, dove tra scalinate, biblioteche, camini, stufe, e ritratti di antenati che si animano, non mancano i misteri, le ombre e gli inseguimenti.

Antonia Murgo è una vera brillante penna esordiente, selezionata con fiuto da Bompiani, vincitrice infatti del Premio Strega Ragazzi e Ragazze per la categoria miglior libro d'esordio 2022. Il comitato scientifico del premio ha così motivato la scelta: con "Miss Dicembre e il Clan di Luna" Antonia Murgo ha scritto una storia che diverte e sorprende. I riferimenti alla tradizione della letteratura per l’infanzia, dall’uomo nero, al circo, ai bambini affidati alle governanti, sono trattati con freschezza e consapevolezza. La lingua precisa evoca immagini capaci di meravigliare. Quello di Antonia Murgo è un esordio che il comitato scientifico del Premio Strega Ragazze e Ragazzi saluta con gioia.

Miss Dicembre e il Clan di Luna

Miss Dicembre è in cerca di un lavoro, ma tutte le sue esperienze sono finite in maniera fallimentare pochissimo tempo dopo l'ingaggio. Quando risponde all'annuncio per una bambinaia scopre che il datore di lavoro altri non è che l'Uomo Nero, alla ricerca di qualcuno che riesca a prendersi cura del figlio Corvin. Incredibilmente, Dicembre ottiene il posto e con esso l'arduo compito di tenere a bada, armata di soffietto e scopino, un ragazzino irritante che sa tramutarsi in fumo e nascondersi tra la cenere.

Miss Dicembre è una ragazza giovanissima che ha sempre lavorato in un circo: questo le ha insegnato a non stupirsi troppo di nulla, vivere con poco e fare continue acrobazie; dopo la chiusura definitiva del tendone non è mai riuscita a tenersi un lavoro per molto tempo, fino a quando, per caso, risponde a una strana inserzione, portandosi un lunghissimo quanto improbabile curriculum con i lavori intrapresi, uno più strano dell’altro, tra cui la “falsificatrice di mappe stradali…”

La incontriamo con il suo cappellino variopinto, che pare un pasticcino candito, dal quale non riesce proprio a separarsi, e ci sembra di conoscerla da sempre, mentre arriva piena di speranze nutrite dalla sua incorreggibile ingenuità nella meravigliosa villa con tanto di giardiniere e governante, dove la neve non cade mai, nemmeno in inverno, sontuosa proprietà di chi dovrebbe essere il suo nuovo datore di lavoro.

Un uomo a dire il vero alquanto misterioso, Mr Moonro, elegante nei suoi completi blu notte, barba brizzolata, pipa, sempre gentile; la riceve come se quello che la aspetta si trattasse davvero di un normalissimo lavoro. Miss Dicembre è incredula o, forse, sarebbe meglio dire, tra lo spaventato e lo stupefatto.

Sempre composto, come un perfetto gentiluomo, Mr Moonro riempie la casa e la fidata governante di fiori e delicatezze, ama la musica ed è sinceramente affezionato al suo particolarissimo bambino, “fumantino” e scostante, Corvin, che passa dai comignoli, si nasconde nelle stufe, sparisce nei bollitori e riappare in un soffio, del quale la povera Miss Dicembre dovrebbe prendersi cura, munita di scopino e soffietto. Tra una trasformazione e l’altra, Corvin si rivela un bambino con tutte le caratteristiche più autentiche, dispettoso quanto basta, imprevedibile, coraggioso e fragile; ama giocare, o amerebbe farlo come tutti gli altri bambini, ma non può.

In fondo Corvin è profondamente solo, proprio come Miss Dicembre, per questo finiranno per piacersi e allearsi davvero. Corvin non si fida subito di questa ragazza, che come governante è davvero alle prime armi e a tratti disarmante, ma la sente profondamente leale e generosa.

Il ritaglio di giornale Daily Tremore parlava chiaro: “Cercasi bambinaia per il figlio dell’Uomo Nero”. Miss Dicembre è la sola candidata a presentarsi e l’Uomo Nero, nella sua veste di padre amorevole, che non ama fare il lavoro che si tramanda da generazioni, risulta davvero credibilissimo.

"Le assicuro, Miss, che non sono una persona cattiva. E quello che faccio non mi diverte affatto.” A quelle parole Dicembre si scoprì leggermente il volto. “Allora perché lo fa?” domandò con un filo di voce. “Perché è il mio lavoro,” sospirò Mr Moonro, “e non so fare altro"

Meraviglioso leggere questo libro che ci descrive l'Uomo Nero e poterlo immaginare: tutti noi, sin da bambini, abbiamo avuto paura di questo personaggio non ben identificato, che pareva celarsi nelle ombre della sera…e che all’imbrunire ha terrorizzato generazioni e generazioni di bambini.

Eppure, nel libro è proprio lui a non far mai paura, a rassicurare, a essere timido e riservato, a offrire persino una cena sontuosa in onore di Miss Dicembre, che mai nella sua vita aveva ricevuto una simile attenzione, o a tornare a casa all’alba per assicurarsi che la sua famiglia stia bene.

"Ci deve sempre essere una grande paura, una paura che faccia sembrare tutte le altre insignificanti”, così diceva mio padre. E così diceva suo padre a lui

Il romanzo, con tutti gli ingredienti calibrati, si snoda in un crescendo di ritmo, magia e realtà tra le giornate e la reciproca conoscenza di Corvin e Miss Dicembre, che dopo una sincera reciproca diffidenza si rincorrono tenendosi a bada e sconfiggendo, ognuno a modo suo, le paure che si portano dentro da sempre, le insicurezze, coltivando invece i sogni, la voglia di essere amati per quello che sono. Come tutti i bambini e gli adolescenti del mondo. A questo in fondo serve la paura, a questo servono gli incontri e i legami che ne nascono.

Il punto è che reagiscono. Da soli o con un poco di aiuto sconfiggono la paura. E se da bambini sconfiggono la paura dell’Uomo Nero, da grandi sconfiggeranno anche tutte le altre

Sarà proprio Miss Dicembre, questa strana bambinaia un tantino imbranata, a salvare, con il suo coraggio e le sue acrobazie, la famiglia dell’Uomo Nero e i fratelli Corvin, che scoprirete essere due dall’attacco notturno di una banda misteriosa…i Pungipolvere. A voi il mistero da risolvere.

Altri consigli di lettura 

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente