Pelo e contropelo

Il ritorno del commissario Buonvino di Walter Veltroni

Incontra Walter Veltroni

15 marzo | ore 18:00

A LaFeltrinelli di Via Melo, Bari, Walter Veltroni presenta “Buonvino tra amore e morte” (Marsilio)

Walter Veltroni è ormai un affezionato di quel luogo "ameno", aggettivo che sceglie per descrivere il nostro set di Milano Centrale. 

Lo avevamo già incontrato in occasione dell'uscita del suo romanzo La scelta, ma stavolta è tornato per sedersi sulla nostra famosa poltrona per un Pelo e contropelo sul quarto capitolo della serie di gialli che hanno per protagonista il commissario Buonvino di Villa Borghese, la Cabot Cove de La signora in giallo, all'italiana. Un setting che ci offre ben più di prati e alberi, e che racchiude in sé musei, cinema, gallerie e - stiamo pur sempre parlando di un giallo - inevitabili crimini

Buonvino tra amore e morte
Buonvino tra amore e morte Di Walter Veltroni;

Il quarto capitolo della fortunata serie del commissario Buonvino e degli scombinati “magnifici sette al contrario” del commissariato di Villa Borghese.

La serialità consente di fare un'operazione che in un romanzo solo è più difficile. In questo [...] ha una sua autonomia, una sua bellezza

Walter Veltroni

Dal primo Assassinio a Villa Borghese, seguito da Buonvino e il caso del bambino scomparso e C'è un cadavere al Bioparco, il 2023 vede uscire in libreria una nuova indagine per il commissario romano, forse - o senza forse - la più intima, privata e dolorosa.

Lo avevamo lasciato nel giorno del suo matrimonio, teatro di un terribile attentato subìto dalla compagna Veronica, e lì lo ritroviamo per affiancarlo nel fedele e difficile accudimento dell'amata, in coma. Il suo iconico sorriso e la ben nota mitezza lasciano spazio al dolore della tragedia e al bisogno di comprendere il motivo per cui, nel mirino, sia finita la donna che ama. Che sia lui il vero bersaglio? O c'è qualcosa nel passato di Veronica che deve essere svelato?

Parallelamente alla sua storia, seguiamo le vicende della sua banda, più che squadra, composta da degli scapestrati quali Gozzi il narcolettico, Olivieri, tarchiato e ipocondriaco, Portanova il miope, Anselmi, la Robotti detta Miss, Cecconi e i gemelli Morrone.

Come ben sappiamo, il crimine non dorme mai, e nuove indagini assorbono il commissario in un mistero sempre più intricato: il cadavere di un uomo crivellato da proiettili provenienti da diversi fucili giace a piazza di Siena, e il suo passato risale agli intrighi di una Roma del 1944, post-liberazione da parte degli Alleati.

Di passato, Veltroni, non solo scrive, ma ne è anche talmente curioso - come ci confida nella nostra intervista - da spulciare eBay alla ricerca dei più svariati articoli, come elenchi telefonici e edizioni di giornali che risalgono a fine anni 70. 
Il suo animo nostalgico si riversa anche sul presente e investe il mondo del cinema, di cui trapela un gran desiderio di ritorno agli albori, dove un film non si limitava ad essere guardato ma vissuto in prima persona con l'esperienza di un biglietto strappato, una sala piena ed emozioni condivise.

Noi cogliamo il suo appello per tornare ad emozionarci, iniziando con la lettura del suo Buonvino tra amore e morte, edito da Marsilio

Altre interviste Pelo e contropelo

La posta della redazione

La posta della redazione

Hai domande, dubbi, proposte? Vuoi uno spiegone?
Scrivi alla redazione!

Conosci l'autore

Figlio di Vittorio, dirigente della Rai, morto quando Walter aveva un anno. Si diploma presso l'Istituto di studi cinematografici e televisivi e si iscrive giovanissimo al Pci, ne diventa, solo ventunenne, consigliere comunale a Roma, carica che manterrà fino al 1981. Nell'87 entra come deputato in Parlamento. Favorevole alla svolta della Bolognina, è stato direttore dell'Unità. Nel 1996 condivise la leadership dell'Univo con Prodi e, vinte le elezioni, venne nominato vicepresidente del Consiglio e Ministro per i beni culturali. Nel 2001 viene eletto sindaco di Roma, carica che gli verrà riconfermata nel 2006 con il 61,5 % dei voti favorevoli. Nel 2007 entra nel Comitato Nazionale del neonato Partito Democratico e dichiara di non volersi alleare in futuro, se eletto alla segreteria, con i partiti della sinistra. Cade quindi il Governo Prodi. Veltroni viene eletto, dopo una consultazione popolare tra gli iscritti, Segretario del PD. Perse le elezioni nazionali del 2008, ceduta Roma alle destre, e perse le elezioni regionali, si dimette dalla carica di Segretario del PD. Si è molto impegnato per i sostegni all'Africa, ed è anche autore di alcune opere di narrativa, tra cui Noi (2009), L’inizio del buio (2011), L’isola e le rose (2012), E se noi domani (2013), Quando c’era Berlinguer (2014), tratto dall'omonimo documentario per il cinema, Ciao (2015) e Quando (2017), tutti pubblicati da Rizzoli. È anche regista di I bambini sanno (2015), Indizi di felicità (2017) e della serie televisiva Gli occhi cambiano (2016), e di Tutto davanti a questi occhi (2018), intervista a Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz. Tra le sue altre pubblicazioni si ricordano Roma (Rizzoli, 2019), Assassinio a villa Borghese (Marsilio, 2019), Buonvino e il caso del bambino scomparso (Marsilio, 2020), Tana libera tutti (Feltrinelli, 2021), C'è un cadavere al Bioparco (Marsilio, 2021) e I fratelli che volevano cambiare il mondo. La storia di John e Bob Kennedy (Feltrinelli, 2023).

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente