Diario di bordo

Desaparecidos: il Messico purtroppo ha superato l’Argentina

Venerdì 22 ottobre 

La parola ricorda la dittatura argentina del 1976, quando venti-trentamila giovani oppositori del regime militare vennero fatti scomparire, in genere buttati dall’aviazione nell’oceano, ma anche sepolti in fosse comuni in mezzo a Buenos Aires.
Ora il termine “desaparecidos” torna tragicamente attuale nel vocabolario del Messico, dove il governo ha diffuso pubblicamente la cifra ufficiale di 100.000 scomparsi, numero in crescita geometrica negli ultimi quattro anni.
Il paese è dilaniato dalla guerra tra diverse fazioni dei narcos per il controllo del mercato della cocaina (quest’anno 30.000 morti ufficiali, cadaveri spesso trovati torturati o esposti dai viadotti delle autostrade); oltre a questo orrore quotidiano, ora si prende contezza dell’enormità del numero delle persone scomparse: tutte giovani, innocenti, probabilmente solo sfortunate testimoni di un crimine.
L’angoscia dei parenti è aumentata dall’incertezza sulla loro fine, le facce dei desaparecidos compaiono in grandi cartelloni esposti nelle piazze, con richiesta di aiuto. Né i governi degli stati colpiti dalla moria né tantomeno quello federale sembrano capaci di indagini o anche solo di offrire conforto ai parenti. Il New York Times magazine ha rotto il silenzio su quanto sta accadendo con un impressionante servizio fotografico dove si racconta di madri di scomparsi nello stato di Chihuahua che frugano nei pozzi, nelle fosse comuni scavate in colline desolate, tra i resti conservati negli obitori per trovare qualche indizio sulla sorte dei loro cari: in genere capi di vestiario, una maglietta, un paio di jeans, una sottoveste, un giubbotto su cui avviare delle indagini genetiche; i risultati sono pochissimi, ma la speranza di avere comunque una certezza sulla sorte dei loro cari non fa smettere ai gruppi, sempre più numerosi, di continuare le loro ricerche.

Queste sono le ultime notizie dal Messico, paese dove i giornalisti ficcanaso – naturalmente – vengono uccisi.

Ecco l'articolo completo: https://www.nytimes.com/interactive/2021/10/03/world/americas/mexico-missing-people.html

 

Desaparecidos e guerre di narcos nell'America Latina 

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente