Diario di bordo

La carta dei Graviano e il capolavoro di Edgar Allan Poe

Venerdì 29 ottobre 

“La lettera rubata” di Edgar Allan Poe, scritto nel 1845, è considerato il più classico dei racconti polizieschi: una lettera molto compromettente viene rubata a un ministro da un suo pari, che ora lo ricatta. Bisogna ritrovare la lettera, ma la polizia non ci riesce… Risolverà il caso il cavalier Dupin, investigatore per diletto.
Questa storia mi è venuta in mente leggendo ieri una notizia di cronaca; la procura di Firenze ha ordinato perquisizioni nelle case dei fratelli Graviano, noti boss mafiosi, condannati all’ergastolo per le stragi che insanguinarono l’Italia nel 1992-1993. Questo perché il signor Giuseppe Graviano, in prigione da 28 anni, si è ricordato di essere stato invogliato a compiere quelle stragi da Silvio Berlusconi, cui la sua famiglia, mezzo secolo fa, aveva prestato 20 miliardi per costruire Milano Due e fondare la Fininvest.
Ha delle prove? gli hanno chiesto i giudici.
Sì, ha risposto Graviano; mio cugino Salvatore conservava “una carta”, ma siccome lui è morto e io sono impossibilitato a muovermi, non sono in grado di mostrarla.
Tutto ciò sembra una pazzia (il legale di Berlusconi Niccolò Ghedini ha definito la vicenda “totalmente diffamatoria”), ma la procura di Firenze ha ordinato perquisizioni nelle case dei Graviano a Palermo, per vedere se – guarda tu – per caso “la carta” salta fuori (dopo mezzo secolo).
Vedremo come andrà a finire.

Voi adesso vorrete sapere se il cavalier Dupin trovò la lettera rubata dal ministro. Certo che sì! E dov’era? Nel posto che era sfuggito alle più minuziose perquisizioni: sul caminetto dello studio del ministro, insieme ad altre carte, “sotto gli occhi di tutti”, come commentò Marcel Proust.

La scoperta di Dupin salvò la Francia da una crisi politica; “la carta” dei Graviano influirà sulla corsa al Quirinale?

 

 

 

Lettere rubate, corvi e altre geniali invenzioni di Edgar Allan Poe

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente