La vignetta del giorno

Venezia Kapoor mundi

I tagli di Fontana ce l'hanno insegnato più di sessant'anni fa: la vera arte non ha paura di passare oltre la superficie. 
Oltre la tela, oltre un muro, oltre la dimensione del visibile: perché l'arte è una risonanza interiore, e apre porte fra dimensioni diverse. Non c'è da stupirsi, quindi, che le installazioni di Anish Kapoor, artista britannico di origine indiana noto per le sue superfici riflettenti e per i suoi neri più neri del nero (altro che il 4K dei televisori a schermo ultrapiatto di ultima generazione!), siano sempre in grado di suscitare emozione e stupore. Quando ci si avvicina a uno dei suoi holes, bisogna sperare di non cadere vittime della sindrome di Stendhal, ammaliati da tanta misteriosa bellezza. Soprattutto, bisogna sperare di non caderci dentro.

Le altre vignette

 

Meditazioni non gradite

O di come i "sensei da tastiera", a volte, possano sortire l'effetto contrario a quello desiderato

Maradona, sembra ieri

Un campione disegnato da ombre, che ha saputo regalare lampi di luce a un'intera generazione

Van Gogh #nooliodipalma

Dall'arte al marketing a volte il passo è troppo breve

Oltre la superficie. L'arte come continuum

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente