Scelti per voi

I prodigi della città di N. di Robert Perisic

C’è una zona di confine, al centro dell’Europa, dove le identità personali e collettive, la storia degli individui e la Storia dei popoli si sono confuse e affrontate spesso con violenza, dove tradizioni e lingue si sono dovute adattare a scelte politiche e religiose che a volte hanno distrutto eredità secolari di pace e collaborazione. Quello che è rimasto è paura, diffidenza verso gli altri, incertezza nel sapere se chi sta di fronte è un amico o un nemico, una nostalgia sfuocata

I prodigi della città di N.
I prodigi della città di N. Di Robert Perisic;

Due giovani imprenditori in una cittadina nel cuore dei Balcani promettono agli abitanti una rinascita economica e politica. Ma questo tentativo di riportare in vita il passato e, al contempo, di dare alla città di N. un futuro funzionerà?

Nel cuore dei Balcani, tra Croazia e Bosnia, dopo le guerre che hanno sconvolto la regione, dopo il comunismo, dopo l’avvento di un capitalismo selvaggio e improvvisato, la vita insignificante della città di N. è lenta, triste, caratterizzata da famiglie disgregate (sono rimasti quasi solo uomini, mogli e figlie sono fuggite e non hanno più niente in comune con loro) e mancanza di lavoro, di prospettive.

Ecco che l’arrivo di due giovani cugini, strambi imprenditori che hanno attraversato le macerie dell’ex Repubblica Jugoslava e sembra vogliano rimettere in funzione la vecchia fabbrica (che gli abitanti ritengono essere il loro destino) e addirittura produrre nuovamente l’obsoleta turbina commissionata dal potente dittatore di un paese arabo, cambia immediatamente la sonnolenza e l’apatia degli abitanti, tutti vogliono contribuire alla rinascita collettiva ed economica, dando vita all’Autogestione, un miracolo socialista fuori tempo massimo.

Naturalmente niente può andare secondo i piani, ogni speranza è sempre crollata, anche se forse l’Arte può salvare questo sogno destinato al fallimento, questa emozione che l’Uomo sa creare e trasmettere, allietare lo spirito e, talvolta, il portafoglio: «Questa è una grande storia sulla passione, la passione per il lavoro, la passione per l’investimento e il rischio, la passione per la resistenza e la speranza. Racconta le persone vissute nel socialismo e quelle nel capitalismo... In essa confluisce la storia e il presente, ma anche il futuro».

Un libro potente, proletario e industriale, divertente e malinconico, che ci permette di comprendere quali siano stati i sogni vanificati dagli eventi, i progetti mal riusciti, le buone intenzioni appesantite dalle burocrazie, le cause delle guerre e le conseguenze della pace, di una porzione di terra ad un passo appena da noi, che ancora sentiamo al di là della frontiera.

Le recensioni della settimana

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente