Scelti per voi

Iron Flame di Rebecca Yarros

Un worldbuilding accattivante. Una protagonista forte e caparbia. Un sistema magico affascinante e sorprendente. Draghi, grifoni e altre creature leggendarie. E un romance che lascia senza fiato.

Questi sono solo alcuni degli ingredienti che hanno permesso a Fourth Wing, primo capitolo della pentalogia dell’Empireo ideata dalla statunitense Rebecca Yarros di scalare rapidamente le classifiche internazionali, diventando uno dei romanzi più chiacchierati e amati del Booktook. E non si può parlare di questo successo editoriale senza menzionare la sua appartenenza a un genere oggi sulla cresta dell’onda, ovvero quello del fantasy romance o romantasy che, soprattutto in questi ultimi anni, ha saputo costruirsi una notevole credibilità.

Date queste premesse è comprensibile che l’attesa per Iron Flame, il suo sequel, fosse alle stelle. A placare i desideri dei lettori ci ha pensato Sperling & Kupfer che il 30 gennaio ha portato in Italia questo secondo volume, con una traduzione a cura di Marta Lanfranco e Angela Ricci.

Iron Flame
Iron Flame Di Rebecca Yarros;

Tutti si aspettavano che Violet Sorrengail morisse durante il suo primo anno all’accademia militare di Basgiath, compresa lei stessa.

Iron Flame prende le fila dallo sconvolgente finale del suo predecessore. La protagonista Violet Sorrengail è ancora scossa dopo aver scoperto che suo fratello Brennan, creduto morto da tempo, è vivo e a capo di una ribellione che minaccia di rovesciare il sistema autoritario di Navarra. Ma soprattutto ha avuto la conferma che i Venin e le Viverne non sono creature delle fiabe, ma bensì pericolosamente reali e, come se non bastasse, si stanno preparando a una guerra senza sconti. Per la ragazza e il suo amato Xaden Riorson è tempo di scelte: tornare a Basghiat con gli altri cadetti e proteggere i marchiati rimasti all’accademia, oppure aiutare la rivoluzione e combattere.

«Il primo anno alcuni perdono la vita», dice Xaden […] «Il secondo anno chi è sopravvissuto perde la propria umanità. Fa tutto parte del processo. Dobbiamo trasformarci in armi efficaci e non dimenticare mai, nemmeno per un secondo, che questa è la nostra unica missione.»

Come il primo romanzo, la narrazione segue il punto di vista di Violet. Tornata all’accademia per il secondo anno, la ragazza è tormentata da una verità inconfessabile e da incubi terrificanti, sentendosi estranea in un luogo che da poco ha cominciato a chiamare casa. Non sa di chi fidarsi, chi le è amico o nemico. L’ombra del sospetto ricade perfino sull’affascinante ed enigmatico Xaden, pieno di segreti e mezze verità, verso cui la ragazza continua ad essere inevitabilmente attratta.

Se in Fourth Wing, il lettore segue avidamente Violet e il suo percorso di rivalsa e crescita fisica che la porteranno a diventare un cavaliere di draghi, in Iron Flame le sfide sono quantomai interiorizzate. Infatti, ciò a cui si assiste è il viaggio personale della protagonista che, pagina dopo pagina, acquista fiducia: nelle persone a lei care, in sé stessa e nelle sue capacità.

Perché́ l’amore, alla sua radice, è speranza. Speranza nel domani. Speranza in ciò̀ che potrebbe essere. Speranza di essere cullati e protetti dalla persona a cui si è deciso di affidare la propria anima. E la speranza è più̀ difficile da uccidere di un drago.

Questa è la vera forza del romanzo che la Yarros comunica attraverso una scrittura scorrevole ma, al contempo, attenta e intimista. Violet è un’eroina a tutto tondo, piena di forza ma anche di ansie e paure che la rendendo, agli occhi di chi legge, straordinariamente umana. Parallelamente, la stessa cura è ravvisabile nella costruzione della mitologia dei draghi e del mondo di Navarra che, in questo secondo capitolo, si arricchisce di scenari, personaggi e creature stupefacenti. Anche la parte romance non delude e, anzi, sorprende. La scrittrice non segue la strada più facile e scontata, ma elabora una storia d’amore credibile e senza fronzoli, dove i due protagonisti crescono e maturano insieme ai loro sentimenti. Non mancano di certo scene spicy, ma ciò che Violet e Xaden devono capire è se, una volta finita la frenesia della passione, sia possibile trovare un punto di equilibrio e dare vita a qualcosa di reale e durevole.

«Ti amo» […] «Potresti mandare a gambe all’aria tutto il mio mondo, e io ti amerei lo stesso. Potresti mantenere mille segreti, guidare una rivoluzione, portarmi al colmo della frustrazione e probabilmente distruggermi, eppure ti amerei lo stesso. Non riesco a impedirmelo. E non voglio. Tu sei la mia forza di gravità. Nulla può̀ funzionare nel mio mondo senza di te.»

La narrazione, soprattutto nella seconda parte, è densa di eventi e colpi di scena che tengono incollati alle pagine e che fanno da cornice a un volume ricco di pathos e azione, con personaggi intriganti e indimenticabili e un finale da cui sarà difficile riprendersi.

Ti potrebbero interessare

La posta della redazione

La posta della redazione

Hai domande, dubbi, proposte? Vuoi uno spiegone?
Scrivi alla redazione!

Conosci l'autrice

Rebecca Yarros è un'autrice statunitense. Si definisce una romantica senza speranza, amante del cioccolato e dipendente dal caffè. Nel 2023 Sperling & Kupfer pubblica in Italia, Fourth Wing e nel 2024 il sequel Iron Flame.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente