Consiglio d'autore

Emiliano Ereddia consiglia... I detective selvaggi di Roberto Bolaño

"I detective selvaggi" è un romanzo picaresco che racconta le gesta e le peregrinazioni dei due protagonisti che incrociamo attraverso i racconti quasi diaristici di tantissimi altri personaggi. È un romanzo multi-vocale che potremmo definire post beatnick e di ispirazione burroughsiana. Un ottimo romanzo per chi vuole cominciare a capire come è fatta la letteratura e un grande romanzo umoristico che ragiona non solo sulla letteratura o la poesia sudamericane, ma sul senso del gesto artistico lato, su quello che vuol dire produrre arte. E Bolaño, con "I detective selvaggi", ha scritto un romanzo libero che rappresenta assolutamente un capolavoro

I detective selvaggi
I detective selvaggi Di Roberto Bolaño;

Un libro che si colloca tra romanzo di formazione e romanzo giallo per diventare, come tutti quelli di Roberto Bolaño, un romanzo sul rapporto tra la finzione e la realtà.

Emiliano Ereddia, autore del thriller Le mosche (Il Saggiatore, 2021), consiglia un romanzo che definisce "meraviglioso" e "in cui il lettore troverà tutto quello che non si aspetta leggendo il titolo": presenta così i I detective selvaggi (Adelphi) dello scrittore cileno Roberto Bolaño (1953 – 2003), maestro di una parola unica, oscura e visionaria al tempo stesso, e straordinario autore di culto della letteratura contemporanea.

Come in un reportage documentaristico, il romanzo procede attraverso il racconto di più voci e storie: voci che narrano, nella Città del Messico degli anni ’70, le avventure di Arturo Belano (alter ego di Bolaño stesso) e di Ulises Lima. I due protagonisti, fondatori dell’avanguardia poetica nota come "realvisceralismo", compiono un viaggio alla ricerca di una poetessa scomparsa nel deserto del Sonora, delineando, nel corso di una folgorante peregrinazione, le speranze e le criticità di una generazione intera, sempre alla ricerca di qualcosa.

Il romanzo vinse il premio Herralde nel 1998, anno in cui venne dato alle stampe, e il premio Romulo Gallegos, l’anno seguente.

Anziché lo scrittore, mi sarebbe piaciuto fare il detective privato. Sicuramente sarei già morto. Sarei morto in Messico, a trenta, trentadue anni, sparato per strada, e sarebbe stata una morte simpatica e una vita simpatica

Roberto Bolaño

E, come un detective esperto e sagace, Roberto Bolaño dissotterra con pungente ironia nuove vie destinate a stravolgere lo status quo, proiettando la ricerca indefinita che muove la poesia e la letteratura, tra le città sgangherate e i terreni brulli del Sudamerica.

I detective selvaggi è un romanzo corale e amaro in cui il lettore incespica nelle storie di Bolaño per rimanere appassionatamente ancorato alle pagine; in cui a trascinare la miriade di personaggi magistralmente ritratta vi è una ragione che non ha bisogno di parole e si affida ai fatti, a quel realismo viscerale che si traduce in una letteratura potentissima e misteriosa.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente