Un mare di libri

Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger

Illustrazione digitale di Federica Santoro, 2022, studentessa del Triennio in Scenografia, NABA, Nuova Accademia di Belle Arti

Illustrazione digitale di Federica Santoro, 2022, studentessa del Triennio in Scenografia, NABA, Nuova Accademia di Belle Arti

Non c'è cancello, nessuna serratura, nessun bullone che potete regolare sulla libertà della mia mente...

Virginia Woolf

Il 18 febbraio si celebra la Giornata Mondiale dedicata alle persone con la Sindrome di Asperger. La ricorrenza viene celebrata il giorno del compleanno di Hans Asperger, il pediatra austriaco che per primo, agli inizi degli anni ‘40, individuò alcune delle caratteristiche proprie di questa sindrome.
Sui metodi con cui arrivò a queste conclusioni, negli ultimi anni è però stata gettata una luce sinistra, come spiega molto esaurientemente la storica Edith Sheffer nel libro I bambini di Asperger. La scoperta dell'autismo nella Vienna nazista. A lungo considerato estraneo ai programmi di eugenetica nazisti, si è scoperto che Asperger vi ha invece partecipato, salvando i bambini che considerava intelligenti ma inviandone diversi altri nei programmi di soppressione dei cosiddetti "geneticamente inferiori". È dunque vivo il dibattito tra le persone che rientrano in questa sindrome, i loro familiari, i ricercatori e i medici sulla possibilità di modificare il nome con cui identificarla. Di certo fa male pensare che le idee di base sullo studio dell’autismo videro la luce in un sistema che aborriva e cercava di eliminare la neurodiversità.

La Giornata Mondiale vuole essere un momento di sensibilizzazione, utile per diffondere informazioni, per fare conoscere quali sono i sintomi che possono rientrare in questo spettro e offrire l’opportunità a genitori, educatori e clinici di comprendere e supportare in modo adeguato e quanto più precocemente possibile le persone che vivono questa condizione. E per tutti gli altri di imparare a conoscere meglio queste persone così particolari e, ognuna a suo modo, straordinarie.

La sindrome rientra nei “disordini pervasivi dello sviluppo” e viene identifica come una forma di autismo ad alto funzionamento, ovvero una “forma lieve” di autismo, di cui si ritrovano analogie comportamentali come deficit nella comunicazione e nell'interazione sociale e la propensione ad azioni ripetitive e stereotipate. Ma queste condizioni convivono in persone con un quoziente intellettivo nella media o spesso superiore alla media, con una memoria eccellente, che non hanno alcun ritardo nell'apprendimento del linguaggio. 

Le persone Asperger riescono per lo più a condurre vite convenzionali, portando a termine gli studi, raggiungendo degli obiettivi personali e professionali importanti come, ad esempio, quello di crearsi una famiglia. Tuttavia, le grandi differenze che possono assumere i sintomi, non permettono facili generalizzazioni. E dove alcuni lottano tutta la vita con le difficoltà derivanti dalla sindrome, altri ne sono orgogliosi e la considerano parte di quello che sono, della loro personalità e del loro stile cognitivo.

Molte persone note rientrano nella Sindrome di Asperger e di altre si è speculato poiché sembrano rientrarvi in base ai loro comportamenti e alle loro caratteristiche. Tra quelli ufficialmente diagnosticati, citiamo l’attivista Greta Thunberg, la scrittrice Susanna Tamaro, l’attore premio Oscar Anthony Hopkins, la docente universitaria Temple Grandin, il creatore dei Pokemon Satoshi Tajiri, l’attrice Daryl Hannah e l’imprenditore visionario Elon Musk.

Vogliamo proporvi una bibliografia che possa aiutare a capire un po' meglio questa sindrome, romanzi e biografie che mostrino come funziona la mente di un “Aspie” e manuali e saggi utili a chi voglia approfondire ulteriormente le sue conoscenze su questo argomento.

C'è chi mi prende in giro per la diagnosi che mi è stata fatta. Ma la sindrome di Asperger non è una malattia, è un dono

Greta Thunberg

Legenda
Com'è profondo il mare (della conoscenza)
I nostri livelli di approfondimento:

LIVELLO 1

Per chi ha appena imparato a nuotare fra i libri

LIVELLO 2

Per chi è capace di andare a stile libero

LIVELLO 3

Per chi non ha paura di immergersi nella profondità del sapere

Gli altri mari di libri

Per chi ha appena imparato a nuotare fra i libri

Per farsi un'idea del mondo Asperger

Per chi è capace di andare a stile libero

Vite Asperger nella realtà e nella finzione narrativa

Per chi non ha paura di immergersi nella profondità del sapere

Manuali e saggi per approfondire

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente