Millefogli

I piatti delle feste

Illustrazione di Lara Montresor, 2021, diplomata presso l'Istituto Europeo di Design di Milano

Illustrazione di Lara Montresor, 2021, diplomata presso l'Istituto Europeo di Design di Milano

Le ore più belle della nostra vita sono quasi tutte collegate, con un legame più o meno tangibile, a un qualche ricordo della tavola

(Charles Pierre Monselet)

Generalmente, è proprio nei periodi di festa, in particolare a Natale, che questa considerazione dello scrittore e giornalista francese si manifesta in modo palese.

Soprattutto per noi italiani, che amiamo ritrovare sulla tavola natalizia il gusto dei piatti tipici locali e regionali di famiglia. Ogni angolo del nostro Paese ha le proprie tradizioni legate al cibo da portare in tavola in occasione delle feste e all’interno di queste tradizioni ciascuna famiglia ha le proprie ricette che vengono tramandate con orgoglio di generazione in generazione: gesti, abitudini, sapori che si fondono magicamente in una preparazione che è qualcosa in più di un semplice piatto. È vita. È amore. È storia.

E per fortuna ci sono molte persone che amano cucinare esattamente “quelle” ricette, custodite con dolce passione.

Pensiamo al sud Italia, dove la vigilia di Natale si trasforma in una grande, enorme friggitoria: in tutte le cucine c’è una padella di olio bollente sul fuoco per preparare le pettole, le strepitose frittelle pugliesi di pasta lievitata o il baccalà fritto campano. Al nord, invece, ribollono pentoloni di brodo per cuocere anolini, cappelletti o passatelli, preparati rigorosamente a mano con gesti svelti e precisi. Per concludere in dolcezza il Natale, a seconda delle regioni, via libera ai buccellatini siciliani, al parrozzo abruzzese, ai papassinos sardi, agli struffoli partenopei, allo zelten altoatesino, al pandolce genovese. Dulcis in fundo, ecco sua maestà il panettone, che ha assunto il ruolo di dolce per eccellenza del Natale un po’ in tutta la penisola.

I piatti delle Feste sono quelli legati in modo indissolubile alla terra che li ha visti nascere. Evocano subito atmosfere, luoghi, sapori, sfidando tutte le distanze spazio-temporali. Raccontano il nostro passato, la storia delle popolazioni e delle regioni a cui appartengono. Un patrimonio immenso e inestimabile. È grazie alla curiosità nei confronti della nostra tradizione culinaria che impariamo qualcosa in più su di noi e possiamo così portare avanti il nostro prezioso patrimonio culturale, che vive anche grazie alla realizzazione di ricette tramandate.

Del resto, la cucina è un elemento chiave della cultura. E ce lo dice la storia: la trasmissione dei saperi passa dalla trasmissione dei sapori. Ricette scritte o tramandate oralmente da mamma a figlia, da nonna a nipote sono un patrimonio inestimabile della nostra cucina popolare. Ricette che sono una traccia di quello che siamo, che eravamo e che saremo. Non è un caso che in tutte le società, le feste e i rituali si esprimano principalmente attraverso il cibo e l’Italia è un insieme senza fine di realtà e usanze locali.

Come ci ricorda il professore e storico dell’alimentazione Massimo Montanari:

La cucina italiana, come la cultura italiana in genere, ha avuto sempre un carattere ‘dialettale’, senza codificazioni unitarie, omogenee. Questo, credo, è il segreto della sua ricchezza

Tutte le feste cominciano e finiscono in pappate… 

“Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio.”

Il Pananti dice:

Tutte le società, tutte le feste
Cominciano e finiscono in pappate,
E prima che s’accomodin le teste
Voglion essere le pance accomodate.
I preti che non son dei meno accorti,
fan dieci miglia per un desinare.
O che si faccia l’uffizio dei morti,
O la festa del santo titolare,
se non v’è dopo la sua pappatoria
il salmo non finisce con la gloria”

(Pellegrino Artusi, gastronomo)

Altri articoli per le Feste

Libri per saperne di più

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente