Anniversari e Ricorrenze

William S. Burroughs: vita e arte al limite 

Illustrazione di Sophia Infante, 2024, studentessa del Liceo artistico Volta di Pavia

Illustrazione di Sophia Infante, 2024, studentessa del Liceo artistico Volta di Pavia

William Seward Burroughs II — "il drogato omosessuale pecora nera di buona famiglia" — è stato una figura chiave nella letteratura del XX secolo, con una vita e un lavoro ricchi di fascino e controversie. Nato il 5 febbraio 1914 a St. Louis, Missouri, Burroughs proveniva da una famiglia benestante. Dopo aver conseguito una laurea all'università di Harvard, intraprese una vita itinerante, spaziando da New York al Messico sperimentando con droghe e vivendo una vita bohemièn.

L'opera letteraria di Burroughs si basa sulla sua triplice esperienza di intossicazione, esilio e omosessalità.

Quest'ultimo tema, in generale, è il punto di partenza delle sue esplorazioni, a partire dalle teorie di liberazione sessuale di Willelm Reich, un punto importante che ne nutrirà le mitologie letterarie.

Prima di diventare scrittore, e dopo aver perso il supporto familiare, Burroughs non si fa mancare il classico itinerario da scrittore maledetto: lavora come barista, operaio, detective privato, reporter e pubblicitario a New York (dove fra l'altro ha modo anche di unirsi al mondo sommerso della criminalità cittadina).

Il pasto nudo
Il pasto nudo Di William Burroughs;

Nel romanzo, scritto in anni in cui questi temi e queste realtà venivano generalmente schivati, Burroughs offre il racconto allucinato dell'inferno di un tossico. Lacerato tra la necessità impellente della "roba" e il richiamo molesto della carne, braccato da polizia e spacciatori, Lee, il suo Doppio, trascorre le giornate in sordidi luoghi pervasi dai miasmi del corpo e dalle fobie della mente.

La sua opera più celebre Naked Lunch (Pasto Nudo), pubblicata nel 1959, è stata scritta mentre Burroughs risiedeva in Marocco. Questo romanzo è particolarmente noto per la sua rappresentazione cruda e spesso disturbante della società. Naked Lunch è considerato un classico della letteratura della controcultura e ha avuto un impatto significativo sulla narrativa sperimentale.

Burroughs fu coinvolto attivamente nella scena della Beat Generation, collaborando con Allen Ginsberg e Jack Kerouac. La sua amicizia con Ginsberg, in particolare, fu un elemento chiave della sua vita artistica. Le loro conversazioni e le influenze reciproche hanno contribuito a plasmare il panorama letterario dell'epoca.

Junky
Junky Di William S. Burroughs;

Torna in una nuova edizione il primo romanzo di William Burroughs, tra discese nella droga e risalite grazie alla scrittura, unica catarsi. Un libro unico dalla vicenda editoriale altrettanto particolare.

Oltre a Naked Lunch, Burroughs scrisse numerosi altri romanzi, racconti e saggi. Alcuni tra i suoi lavori più noti includono Junky, una narrazione autobiografica sulla sua dipendenza da droghe, e Queer, un romanzo che affronta tematiche omosessuali in un contesto sociale ostile.

Queer
Queer Di William Burroughs;

In una sterminata suburra, che Burroughs avrebbe poi definito "Interzona", e che qui va da Città del Messico, capitale mondiale del delitto, a Panama, Lee, alter ego dello scrittore, tesse la sua amorosa tela intorno a Allerton, un giovane ambiguo, indifferente come un animale. Si aggira in locali sempre più sordidi, bazzicati da una fauna putrescente, e così divagando ci regala schegge del suo nerissimo humour.

Illustrazione di Boukaka Malak, 2024, studente del Liceo artistico Volta di Pavia

La vita di Burroughs fu segnata da tragedie personali, come la morte accidentale della moglie durante un esperimento di tiro al bersaglio nel 1951 che vede lui protagonista. Questo evento influenzò profondamente la sua vita e la sua narrativa.

William Burroughs è stato un pioniere nell'esplorare le frontiere della letteratura e dell'arte, tant'è che inventò il famoso cut-up, una tecnica che rappresenta un montaggio casuale tra i testi.

Il suo stile unico, combinato con una vita avventurosa e spesso tumultuosa, ha contribuito a plasmare l'immaginario della controcultura degli anni '50 e '60. Il suo anniversario di nascita è un momento per riflettere sulla sua complessa eredità artistica e intellettuale.

William Burroughs è morto il 4 agosto 1997 nel Memorial Hospital di Lawrence (Kansas) per un attacco cardiaco all'età di 83 anni.

I libri di William S. Burroughs

Il pasto nudo

Di William Burroughs | Adelphi, 2006

Junky

Di William S. Burroughs | Adelphi, 2023

Queer

Di William Burroughs | Adelphi, 2013

La macchina morbida

Di William Burroughs | Adelphi, 2003

Nova express

Di William Burroughs | Adelphi, 2008

Le lettere dello yage

Di William BurroughsAllen Ginsberg | Adelphi, 2010

E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche

Di William BurroughsJack Kerouac | Adelphi, 2011

Il mio passato è un fiume malvagio. Lettere 1946-1973

Di William Burroughs | Adelphi, 2022

I ragazzi selvaggi

Di William Burroughs | Adelphi, 2015

Il biglietto che esplose

Di William Burroughs | Adelphi, 2009

La febbre del ragno rosso

Di William Burroughs | Adelphi, 1996

Scrittura creativa

Di William Burroughs | SugarCo, 1994

Le città della notte rossa

Di William Burroughs | Elliot, 2015

Terre occidentali

Di William Burroughs | Elliot, 2009

Gli altri approfondimenti

La posta della redazione

La posta della redazione

Hai domande, dubbi, proposte? Vuoi uno spiegone?
Scrivi alla redazione!

Conosci l'autore

William Seward Burroughs II, più comunemente noto come William S. Burroughs, è stato uno scrittore e saggista statunitense. Legato alla beat generation, ma molto lontano, per sua ammissione, dalla realtà dei beatniks o hippies, fu un autore di avanguardia che influenzò la cultura popolare e la letteratura. Molti suoi lavori partono da esperienze personali legate all'uso di droghe e alla dipendenza da oppiacei.Ribelle alla famiglia e all’educazione alto-borghese (frequentò Harvard e studiò medicina a Vienna), nel secondo dopoguerra si diede alla droga e vagabondò in tutto il mondo, vivendo tra emarginati e sbandati (esperienze descritte in La scimmia sulla schiena, 1953). Dopo una cura disintossicante cominciò a scrivere romanzi: Pasto nudo (1959), La morbida macchina (1961), Nova Express (1964), Il biglietto che esplose (1967). In questi romanzi, il radicale sperimentalismo di Burroughs e la sua allucinata visione – politica e fantascientifica – di un universo abbandonato da Dio, conteso da gruppi di potere che si servono della parola per manipolare la psiche, preda di incontrollate tecnologie, hanno avuto un’influenza profonda sull’immaginazione americana, non soltanto narrativa. I suoi libri successivi, Ragazzi selvaggi (1971), Porto dei Santi (1974) e Città della notte rossa (1981) sembrano prodotti dalla stessa matrice fantastica che caratterizza la tetralogia precedente. In Italia questi e altri suoi titoli sono pubblicati presso SugarCo e Adelphi.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente