La redazione segnala

Più libri più liberi: un racconto in cui perdersi e ritrovarsi

Godersi la tempesta significa osservarla. Raccogliere ciò che resta dopo, ricostruire se possibile, raccontare se non si può fare altro. Godersi la tempesta è complicato perché significa accettarla e accettandola tentare di sopravviverle. Come specie animale

Torna dal 7 all’11 dicembre, nella meravigliosa cornice della Nuvola dell’Eur, Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria. Organizzata e promossa, come ogni anno, dall’Associazione Italiana degli Editori, l’AIE, la rassegna vedrà numeri esorbitanti di ospiti, interventi, eventi ed espositori: oltre 500 questi ultimi e più di 600 appuntamenti. Il tutto è giustificato dai numeri che ormai la fiera registra almeno dal 2017, quando cioè si è spostata alla Nuvola di Roma, ma anche dalla grande partecipazione e dall’entusiasmo dei piccoli e medi editori. Protagonisti, qui, indiscussi perché ingranaggio fondamentale, anche se spesso dimenticato, della grande macchina culturale italiana.

La manifestazione è presieduta da Annamaria Malato e diretta da Fabio Del Giudice, mentre il programma è a cura di Silvia Barbagallo e Chiara Valerio. Il tema è tutt’altro che semplice, ma su questi grandi problemi la fiera vuole interrogarsi e interrogarci: cosa significa essere parte di un racconto? Cosa significa perdercisi dentro e poi ritrovarsi, magari cambiati, anzi, sicuramente cambiati? Più libri più liberi sarà all’insegna di questo cambiamento continuo che ci riguarda tutti e da cui non ci è dato sfuggire, perché continuo e inarrestabile, un po’ come accade col mare: o si resiste alle onde e si viene schiaffeggiati dall’acqua, oppure ci si abbandona.

E oggi che il mare è in continua tempesta – vedi alle voci pandemia, crisi climatica, guerra, e ne mancano altre, di tempeste – dobbiamo tentare di capirci qualcosa. E niente è meglio dei libri, dei loro autori e dell’editoria per farlo.

Abbiamo trovato incroci, soprattutto, in un mondo che tende a tenerci separati. A separare. Abbiamo tirato i fili, e li abbiamo sfilati. Abbiamo tessuto

Altro grande tema: l’incontro, o l’intreccio. Il filo che lega tutti è più evidente che mai, nonostante ci si ostini a voler tenere separate cose che non possono che essere connesse le une alle altre. Tra gli incontri – che sono troppi per essere elencati qui – Alessandro Baricco terrà una lectio sul tema della Fiera proprio all’auditorium dal titolo Perdersi e ritrovarsi, i libri e la libertà. E di libertà parlerà anche l’ospite più atteso, forse, di quest’edizione di Più libri più liberi, ovvero Azar Nafisi, autrice del libro ormai divenuto classico Leggere Lolita a Teheran, che dialogherà con Michela Murgia sul tema Iran: donne, diritti e libertà.

Un incontro più che mai necessario, viste le proteste e la repressione che in Iran si stanno verificando: la questione di genere, lì, non trova spazio per essere discussa. Un luogo come l’auditorium, quindi, assume più che mai le dimensioni di uno spazio sicuro dove le idee, gli scioperi e la libertà possono essere esercitati come il diritto che sono.

Tra i più importanti esponenti della cultura – non solo quella libraria – ci saranno Alessandro Barbero, Roberto Saviano, Alberto Angela, Chiara Valerio, Zerocalcare, Riccardo Falcinelli e Nadia Terranova. E ci saranno eventi dedicati anche alle ragazze ai ragazzi, come l’attesissima finale del Premio Strega dedicato a questa categoria, o gli incontri di Fondazione Treccani Cultura dedicati alle scuole.

In ballo ci sono, quindi, parecchi fili: la matassa è intricata. Ma, con un po’ di impegno e di buona volontà, si riuscirà a trovare almeno un capo per seguirlo. Vedere tutto sarà impossibile, ma sarà bellissimo partecipare anche solo per dare un’occhiata. Anche solo per perdersi un po’.

Ti potrebbero interessare

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente