Scelti per voi

It starts with us di Colleen Hoover

Era una sera come tante a Boston quella in cui Colleen Hoover ci aveva presentato Lily Bloom. Una sera in cui era già racchiuso tutto ciò che sarebbe accaduto dopo: la morte, l’amore, un passato ingombrante, le verità nude e crude.

È un tempo indefinito, invece, quello in cui Colleen Hoover cambia voce e diventa Atlas di fronte a una scritta sul muro del suo locale “BAS TARDO”.

L’ho incontrata questa mattina mentre sbrigavo delle commissioni. Era la prima volta che ci vedevamo dopo un anno e mezzo, ma lei era in ritardo per il lavoro e io avevo appena ricevuto il messaggio di Darin che mi informava dell’effrazione

It starts with us. Siamo noi l'inizio di tutto

Puoi ricominciare dopo aver tanto sofferto? Dopo quello che ha passato e dopo tanto dolore, Lily è riuscita a rimettersi in piedi e a stabilire con Ryle, il suo ex marito, un rapporto equilibrato per il bene della figlia. Tuttavia, quando un giorno per caso rincontra Atlas, il suo primo amore, e lui le chiede di uscire, Lily viene travolta da un’ondata di emozioni che credeva non avrebbe più provato.

La storia di It ends with us, che avevamo letto qualche tempo fa, non avrebbe dovuto avere un seguito, avrebbe dovuto avere uno di quei finali lasciati all’immaginazione e ai desideri dei lettori. La spirale di violenza in cui Lily si era trovata intrappolata avrebbe dovuto finire lì, con una nascita, un divorzio e un vecchio amore fiorito nuovamente.

Il primo schiaffo, le decisioni sofferte e la paura non erano, però, ciò che Lily si meritava. Così a spingere Colleen Hoover a scrivere un dopo il “vissero felici e contenti” è arrivato chi, il libro, l’ha letto e ne ha parlato su TikTok.

Sono sempre un po’ scettica di fronte ai libri scritti per richiesta esplicita di qualcuno e non per volontà di raccontare. Probabilmente non avrei nemmeno mai letto It starts with us se non avessi poi avuto l’opportunità di recensirlo.

E, forse, avrei sbagliato. Ma andiamo per ordine.

Lily aveva incontrato Atlas nel suo passato, quando aveva quindici anni e lui diciassette. Lei, una ragazzina cresciuta tra gli abusi domestici, lui, un senzatetto apparentemente solo.

Il destino li aveva fatti incontrare nel periodo peggiore della loro vita. Poi ne è passato di tempo, un tempo meno crudele, forse, per entrambi, un tempo fatto di nuovi incontri e nuove vite.

È nel bel mezzo di una di queste nuove vite che Lily e Atlas si incontrano nuovamente, cambiati, ma con le stesse cicatrici addosso. Adesso, però, nella vita di lei c’è un altro uomo, Ryle.

Chi, come me, ha letto It ends with us sa che questo altro uomo altro non sarà che un pallido, ma fin troppo vivido, fantasma del passato. Dalla relazione con lui, Lily riscoprirà, suo malgrado, la paura e l’impotenza.

Cresciuta vedendo sua madre tacere di fronte agli abusi, perdonare la mano pesante sul suo viso, amare il suo carnefice, la ragazza si trova a percorrere lo stesso cammino. “Cambierà, è diverso”. Frasi che riempiono lo spazio tra un abuso e l’altro e che tutti, Lily e noi compresi, usiamo per giustificare il comportamento di Ryle

Tutto questo fino alla nascita di Emerson, punto al quale Colleen Hoover ci ha lasciati e dal quale ora riprende.

Ed ecco che arriviamo alla storia semplice di It starts with us. Lily ama Atlas, incontrato di nuovo mentre era sposata con Ryle, ma è preoccupata per tutto quello che questo amore potrebbe comportare nella sua vita.

Sono così scossa dalle possibili implicazioni del nostro incontro casuale che ho impiegato il doppio del tempo per organizzare le consegne da affidare al fattorino

Arrivata alla fine del nuovo episodio di Lily e Atlas penso di non dovermi soffermare su tutto ciò che articola questa storia semplice. Penso, piuttosto, di aver capito il vero motivo per cui Colleen Hoover ha deciso di andare oltre a quel "vissero per sempre felici e contenti". 

La verità nuda e cruda è che quel lieto fine ancora non c'era stato.

Lily aveva messo un punto alla sua relazione con Ryle, per il bene di Emerson e per il proprio. Ma Atlas? Di Atlas forse non avevamo saputo abbastanza. È solo in queste pagine che sentiamo la sua voce e iniziamo a conoscerlo

Ma forse, ciò che ho letto di più in It starts with us è la risposta a quelle voci e pensieri intrusivi che ci hanno fatto giustificare tutto ciò che è successo a Lily. Vuoi per l'amore che abbiamo sognato fin dalla prima sera su un tetto di Boston, vuoi per la nostra malsana tendenza a voler trovare un lieto fine in tutte le storie, anche le più tormentate. 

Di solito chiudo le mie recensioni con la formula Consiglio questo libro a..., ma non mi sento di usare formule di alcun tipo in questo caso. Preferisco optare per un invito, l'invito a leggere il lieto fine di una storia che, seppur dura e difficile, non ha mai lasciato spazio alla violenza

Perché sì, la verità nuda e cruda è che in nessuna forma d'amore è compresa la violenza

Siamo io e te, Lily. Nella buona e nella cattiva sorte, in ricchezza e in povertà, in salute e in malattia, nel passato e per sempre, tu sei la mia persona preferita. Lo sei sempre stata. Lo sarai sempre. Ti amo. Amo tutto ciò che sei

Le recensioni della settimana

La posta della redazione

La posta della redazione

Hai domande, dubbi, proposte? Vuoi uno spiegone?
Scrivi alla redazione!

Conosci l'autrice

Colleen Hoover (Sulphur Springs, 1979) vive in Texas con il marito e i figli. Nel 2015 ha fondato con la sua famiglia The Bookworm Box: una libreria e al tempo stesso un servizio di abbonamento mensile che offre libri autografati e donati dagli scrittori, il cui ricavato viene devoluto in beneficenza a diverse associazioni ed enti. È autrice bestseller del “New York Times” con i romanzi Tutto ciò che sappiamo dell’amore (Rizzoli, 2013) e il seguito Tutto ciò che sappiamo di noi due (Fabbri, 2015). Fra gli altri suoi libri ricordiamo: Le sintonie dell'amore (Leggereditore, 2014), Forse un giorno (ONE, 2017), Le confessioni del cuore (Leggereditore, 2016), Un ricordo ti parlerà di noi (Sperling & Kupfer, 2019), It ends with us. Siamo noi a dire basta (Sperling & Kupfer, 2022), It starts with us. Siamo noi l'inizio di tutto (Sperling & Kupfer, 2023), Verity (Sperling & Kupfer, 2023) e Reminders of him. La parte migliore di te (Sperling & Kupfer, 2024).Fonte immagine: leggereditore

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente