Scelti per voi

Manifesto del partito comunista di Karl Marx e Friedrich Engels

I proletari non hanno niente da perderci se non le loro catene. Hanno un mondo da guadagnare. Proletari di tutti i paesi, unitevi!

È un grido, quello di Marx ed Engels, che vuole chiamare all’azione un’epoca.

È il grido degli oppressi contro gli oppressori, del proletariato contro la borghesia. È la lotta di classe, messa per scritto.

Se fino ad allora, fino al 1848, il comunismo era stato qualcosa di indefinito, «Uno spettro» che «si aggira per l’Europa», quest’opera vuole diventi qualcosa di concreto, in carne e sangue, un programma, scientificamente certo, da contrapporre alla società capitalistica e conservatrice, perché: «È ormai tempo che i comunisti espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del comunismo un manifesto del partito stesso».

Manifesto del Partito Comunista
Manifesto del Partito Comunista Di Karl Marx;Friedrich Engels;

Uno dei testi che sono riusciti a cambiare il mondo, tradotto in più di duecento lingue e ancora oggi un compendio politico senza eguali. Il Manifesto di Marx ed Engels non smetterà mai di parlare ai suoi lettori né di influenzare il nostro presente.

Marx ed Engels si prendono il compito di costruire, dopo aver disfatto, una nuova forma di avvenire politico e sociale. Disfatta e conflitto sono elementi necessari per poter ricominciare, e questa dichiarazione d’intenti si muove con il leitmotiv di critica-opposizione, perché la soluzione sta nell’opposizione, e l’opposizione sta nella società stessa.

La nostra epoca, l’epoca della borghesia, si distingue però dalle altre per aver semplificato gli antagonismi di classe. L'intera società si va scindendo sempre più in due grandi campi nemici, in due grandi classi direttamente contrapposte l’una all’altra: borghesia e proletariato

Il comunismo è l’opposizione alla borghesia, è la soluzione agli orrori e all’oppressione; e il partito comunista si presenta come l’unico e vero rappresentante degli interessi del proletariato, degli oppressi.

In una parola, i comunisti sostengono ovunque ogni movimento rivoluzionario contro le condizioni sociali e politiche esistenti […] Dichiarano apertamente che i loro obiettivi possono essere raggiunti soltanto con il sovvertimento violento di ogni ordinamento della società esistito finora

Sono parole nuove, che risuonano di forza, di volontà di agire per cambiare le cose, necessità ancestrale, tradotta in ritmo incalzante e toni aggressivi; una scrittura che non ha paura di ferire, di trapassare l’animo e la volontà come la più acuminata delle frecce. È rabbia e proposta, un testo che si fa specchio della propria epoca e, al tempo stesso, dei grandi eventi della storia contemporanea, corrispondenza biunivoca fra passato e futuro.

Le recensioni della settimana

Conosci l'autore

Filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista tedesco.Il suo pensiero, incentrato sulla critica, in chiave materialista, dell'economia, della politica, della società e della cultura capitalistiche, ha dato vita alla corrente socio-politica del marxismo. Teorico della concezione materialistica della storia e, assieme a Friedrich Engels, del socialismo scientifico, è considerato tra i filosofi maggiormente influenti sul piano politico, filosofico ed economico nella storia del Novecento che ha avuto un peso decisivo sulla nascita delle ideologie socialiste e comuniste.L'opera alla quale la sua figura resta maggiormente associata, naturalmente, è Das Kapital (Il capitale, 1867), che offre un'analisi dei rapporti di forza fra le varie parti all'interno della società industrializzata.L'altro libro imprescindibile per chi voglia gettare uno sguardo su un pensiero che - a centocinquant'anni dalla sua espressione - continua a offrire validi spunti di lettura e interpretazione alle società contemporanee, è senz'altro Il manifesto del Partito Comunista (1848), nel quale si analizza la forma sociale borghese come prodotto di un lungo processo storico.

Leggi di più Leggi di meno

Friedrich Engels (Barmen, 1820 - Londra, 1895) è stato un filosofo, sociologo ed economista, compagno di avventure umane, intellettuali e politiche di Marx, con il quale firmò il Manifesto del partito comunista, La sacra famiglia e L’ideologia tedesca. Fu dirigente politico della Prima e della Seconda Internazionale. Ha scritto numerose opere, tra cui Dialettica della natura, Anti-Dühring, L’origine della famiglia, della proprietà privata e dello stato.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente