Arrivi e partenze

“Caro Pier Paolo”. Dacia Maraini ricorda Pasolini 

Illustrazione di Laura Bornea, 2021 - la sigla delle interviste "Il profumo delle pagine" è cantata da Laura Salvi - compositore Marco Zoppi

Illustrazione di Laura Bornea, 2021 - la sigla delle interviste "Il profumo delle pagine" è cantata da Laura Salvi - compositore Marco Zoppi

Incontra l'autrice in libreria

Dacia Maraini incontra i lettori a Milano

Sabato 1 aprile 2022, alle ore 18.00, presso laFeltrinelli di Roma Galleria Alberto Sordi, si tiene la presentazione del libro “Caro Pier Paolo” (Neri Pozza). Ingresso gratuito con obbligo di Super Green Pass e mascherina Ffp2.

"Caro Pier Paolo, stanotte ti ho sognato. Avevi il solito sorriso dolce e mi dicevi: 'Sono qua!'"

I libri si scrivono per cercare qualcosa, oppure per lasciar andare qualcuno.
Se il congedo da un amico amatissimo, scomparso quasi cinquant’anni fa, si compie sui passi leggeri e struggenti di una danza, allora non somiglia neppure a un addio, ma a una promessa.
Una promessa, sì, com’è quella che Dacia Maraini ha mantenuto scrivendo “Caro Pier Paolo”, prosecuzione di un dialogo mai davvero interrotto con Pasolini, neppure dopo la morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1975 in circostanze tragiche. 

Caro Pier Paolo
Caro Pier Paolo Di Dacia Maraini;

Pier Paolo Pasolini è un autore di culto anche per i più giovani. La sua è stata una vita fuori dagli schemi: per la forza delle sue argomentazioni, l’anticonformismo, l’omosessualità, la passione per il cinema, la sua militanza e quella morte violenta e oscura. Sono passati cento anni dalla sua nascita, e quasi cinquanta dalla sua scomparsa. Eppure è ancora vivo, nitido, tra noi, ancora capace di dividere e di appassionare.

Quello che abbiamo fra le mani oggi, però, è un libro che celebra la vita di Pasolini, nato esattamente cent'anni fa (il 5 marzo 1922 a Bologna) ed è il più più bell’omaggio in cui potessimo sperare per sentire la presenza viva, irrequieta e stimolante di un pensatore troppo spesso trasformato in "santino" da agiografi che, così facendo, hanno finito per limitarne la irriducibile attualità.
Nell’arco di più di dieci anni, Dacia Maraini ha condiviso con PPP (come Pasolini viene a volte evocato, attraverso la triplice "P" iniziale) viaggi, avventure, riflessioni e arte, nel corso di una fortissima amicizia a tre con Alberto Moravia, che all’epoca era il compagno della scrittrice.
Oggi Maraini apre ai suoi lettori lo scrigno di un carteggio, immaginario ma non per questo meno emozionante, restituendoci in tutta la sua meravigliosa contradditorietà una figura alla quale è necessario continuare a tornare. 

Guardate la nostra intervista con Dacia Maraini e scoprite il nostro approfondimento speciale su Pasolini qui 

Ricordando Pier Paolo Pasolini

La canzone di Maremosso è interpretata da Laura Salvi

Libri di Dacia Maraini

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente