Diario di bordo

Incredibile ad Amazon: il sindacato!

Lunedì 4 aprile

Dovrei dire qualcosa su Bucha e i suoi cadaveri, ma non me la sento.

Forse dovrei dire la mia sul dibattito in corso nei talk show di cui tutti parlano, ma non lo farò: anche perché sono sicuro che nessuno cambierà idea neanche di fronte a quei cadaveri con le mani legate dietro la schiena. Per cui, mi rifugio oggi in una “buona notizia”.

Viene da New York, dove gli ottomila dipendenti di un grosso stabilimento di Amazon hanno deciso, votando, di affidarsi al sindacato, perché difenda i loro salari e le loro condizioni di lavoro. Nessuno se lo aspettava, e ora si immagina che il loro esempio potrà essere seguito in altre grandi realtà industriali. Il sindacato è negli Stati Uniti un’istituzione in declino, considerata una cosa del passato.
I nuovi imprenditori – Apple, Google, etc; ovvero le aziende degli uomini più ricchi del mondo - non hanno certo bisogno di qualcuno che metta becco su come vivono e su quanto guadagnano i “loro” lavoratori. L’assenza del sindacato ha permesso loro di far salire esponenzialmente i loro profitti. Decidono loro i ritmi, i salari, le condizoni di sicurezza; se non sei d’accordo, sei licenziato.

L’anno scorso, un operaio del magazzino Amazon di Staten Island, l’afroamericano Chris Smalls, protestò per la mancanza di misure di sicurezza anti Covid sul posto di lavoro. Jeff Bezos - l’uomo più ricco del mondo - lo fece licenziare. Smalls non si diede per vinto e, con mezzi di fortuna, chiamò i suoi colleghi a fare qualcosa: un sindacato. Riuscì ad ottenere un numero di firme sufficienti per chiedere un referendum.

Tutti pensavano che perdesse, e invece ha vinto, nonostante Bezos abbia speso alcune decine di milioni di dollari per farlo perdere.
American Union Labor”, questo il nome del nuovo sindacato ora può trattare con Bezos. Ed è molto probabile che Bezos dovrà cedere.

Questa notizia mi ha tirato su di morale. E così spero succeda anche a voi.

Le altre notizie del giorno

Il sindacato in Europa e negli Stati Uniti

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente