Diario di bordo

Argentina 1985, un film da vedere

Venerdì 13 gennaio 2023

Un consiglio: non fatevi sfuggire Argentina 1985. È un film eccezionale, che ai più vecchi farà tornare in mente la più brutta storia della seconda metà del Novecento, e a tutti gli altri proporrà scene e dilemmi che ci aspettano di qui a poco.
Il film è stato premiato l’altro giorno ai Golden Globe americani come miglior pellicola non in lingua inglese.
È la storia dei due pubblici ministeri argentini Julio Caesar Strassera e Luis Moreno Ocampo che, al ritorno della democrazia dopo sette anni di una simil-nazista dittatura militare – tutti ricordano i desaparecidos e le Madri di Plaza de Mayo - riuscirono a far condannare i vertici della “junta”; nella storia recente, la prima vittoria di un’istituzione civile su una militare.

Il film è del genere che noi definiremmo “neorealista” o “antieroico”; i due pubblici ministeri (persone normali, di opposti pareri politici) sono raccontati nella loro vita familiare, nei loro dubbi e paure, mentre intorno a loro si sgomitolano minacce, ricatti e insidie.
Si vedono molte discussioni in cucina, figli adolescenti che guidano padri dubbiosi, segretarie impaurite che battono a macchina, burocrati untuosi, sicofanti, il tutto in una Buenos Aires di quarant’anni fa, convalescente dopo lo stupro da poco subito, ricostruita con amore, specie nelle scene del processo, del pubblico, dei testimoni; la requisitoria finale e l’attesa della sentenza sono un capolavoro cinematografico.

Si dice, nei titoli del film, che l’unico parallelo con il processo alla giunta argentina di Videla, Massera e Agosti, fu Norimberga, contro i gerarchi nazisti, a conclusione della Seconda guerra mondiale, ma allora la corte era militare (anche se produsse un eccezionale film civile, Vincitori e Vinti, di Stanley Kramer).

Ma il pensiero degli spettatori penso andrà ad esempi di oggi: abbiamo ancora negli occhi le audizioni del Congresso americano sul colpo di stato del 6 gennaio 2021, gli avvenimenti in corso in Brasile, e ci aspettiamo – ci auguriamo? – di vedere presto un processo internazionale contro Vladimir Putin.

“Argentina 1985” è un film che ha molto da insegnare.

Libri e film

Potrebbero interessarti anche

Il re, il principe e il bestseller

Il successo stratosferico dell'autobiografia di Harry e un'incoronazione difficile

Covid, dalla Cina la variante Medioevo

Una previsione terrificante mette a nudo il rapporto fra salute pubblica e politica

La variante brasiliana

Il golpe è ormai endemico, come dimostra quel che è accaduto a Brasilia

 Immagine tratta dal libro "Dopo" di Licia Pinelli, Enciclopedia delle Donne, 2016

Auguri alla donna che ha fatto grande Milano

Il 5 gennaio Licia Rognini Pinelli, vedova di Giuseppe Pinelli, ha compiuto 95 anni.

Quando la destra si rompe

Il Partito Repubblicano è in crisi profonda. Una lezione per la destra italiana?

L’assassino e l’amante del “Migliore”

Antonio Pallante è morto a 99 anni. Nel 1948 sparò a Togliatti

Silenzio su piazza Fontana

In occasione dell'anniversario dei funerali di Stato, un ricordo di Giorgio Bocca

Piazza Fontana, meglio così

Ieri cadeva l'anniversario della strage di Piazza Fontana: non una parola da Meloni e La Russa in merito

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente