Arrivi e partenze

Quel pomeriggio a bere birra con Hank. Enrico Franceschini racconta il suo Charles Bukowski

Illustrazione di Laura Bornea, 2021

Illustrazione di Laura Bornea, 2021

Los Angeles - a chi non ne abbia mai calcato l'asfalto con le suole - evoca immagini difficilmente catalogabili
Espressione purissima della regolarità da "cardo/decumano" di romana discendenza, la città degli angeli ha saputo però obliquamente innervare di sé migliaia di narrazioni diversissime: si mettessero assieme libri, film, videogames, canzoni e poesie che hanno eletto ellei a teatro delle vicende narrate, mostrate, evocate, alluse, si otterrebbe probabilmente una seconda città, speculare alla prima e sotterranea, oscurata dai neon dei motel lungo le freeways e resa ancor più inquietante e fantasmatica dal profilo delle palme che costeggiano Venice e le altre spiagge. Fra quanti hanno cantato Los Angeles in tutte le sue contraddizioni, forse, nessuno come Charles Bukowski ha saputo trasmettere il senso e lo smarrimento del vivere - uomo fra gli uomini - in un luogo/non-luogo segnato innanzitutto dalla propria dismisura. 

A Los Angeles con Bukowski
A Los Angeles con Bukowski Di Enrico Franceschini;

Un viaggio on the road dentro un labirinto d'asfalto, per scoprire che anche a Los Angeles c'è qualcosa da vedere e accorgersi che, dietro lo stereotipo dello scrittore ubriacone e sporcaccione, c'è un grande poeta dell'animo umano.

Per guidarci alla scoperta di una città che solo in apparenza si offre completamente allo sguardo di chiunque - e dunque è la più enigmatica fra tutte le città - niente di meglio dunque di uno spirito guida come quello di Buk, possibilmente evocato dalla sapiente e appassionata mediazione di un esperto: il nostro bravissimo Enrico Franceschini.

Enrico - nel corso di una vita da globetrotter che lo ha portato a vivere in molte città fra Stati Uniti, Russia, Israele e Inghilterra - ha saputo spesso leggere le filigrane dei posti che doveva raccontare attraverso i propri reportages affidandosi anche alla voce degli scrittori e dei libri che quei luoghi gli avevano fatto conoscere prima ancora di recarvisi. Ascoltate il racconto di Enrico su un pomeriggio indimenticabile passato a casa di Bukowski bevendo birra e chiacchierando... vi verrà voglia di procurarvi immediatamente una copia di questo irresistibile portolano e navigare fra le storie e le suggestioni di una città e di un'opera letteraria che si somigliano fra loro, senza somigliare a nient'altro. 

Enrico Franceschini per "Bassa marea"

Un podcast d'attualità da ascoltare ogni mattina

Sapevate che, oltre a fare il giornalista ed essere autore di diversi libri, Enrico Franceschini collabora anche con Maremosso? Nel podcast "Bassa marea", Franceschini ci racconta il suo punto di vista su una notizia di attualità

I libri di Enrico Franceschini

Conosci l'autore

 

 

Enrico Franceschini è scrittore e giornalista. Ha ricoperto il ruolo di corrispondente per il quotidiano “la Repubblica”, nelle sedi di Londra, New York, Washington, Mosca e Gerusalemme. La sua opera Vivere per scrivere è stata finalista al Premio Estense nel 2018. Tra i suoi libri: Londra Babilonia (Laterza, 2011), Vinca il peggiore. La più bella partita di basket della mia vita (66th and 2nd, 2017), L' uomo della Città Vecchia (Feltrinelli, 2017), Vivere per scrivere. 40 romanzieri si raccontano (Laterza, 2018), Bassa marea (Rizzoli, 2019) e Ferragosto (Rizzoli, 2021). Fonte immagine: sito editore Feltrinelli.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente