Diario di bordo

Il Fentanyl sarà il prossimo Covid?

Venerdì 26 Novembre

I dati, prima di tutto, in tutto il loro orrore: negli USA, nei 12 mesi che vanno dall’aprile 2020 all’aprile 2021, centomila (100.000) persone sono morte per overdose; il 64 per cento di loro è stato ucciso da un oppioide sintetico che si chiama Fentanyl.
Sono cifre mai viste prima nella storia del paese, sicuramente dovute allo stato di emergenza e crisi provocato dal Covid, ma sono esponenzialmente più alte di quelle di ogni altri paesi del primo mondo, in particolare dell’Europa. Non ci sono vaccini, purtroppo; l’unica possibilità ad oggi, di evitare la morte per overdose, è di avere a disposizione, nelle strutture pubbliche, un antidoto a base di naloxone, che  non costa nemmeno tanto, ma di cui si lamenta la scarsità. Tristissime le sotto-statistiche di chi è più colpito: i poveri prima di tutto, i maschi adulti senza lavoro, i nativi americani, gli afroamericani.
La zona dei monti Appalachi, da sempre la più diseredata d’America, ha i livelli più alti.

Ma come siamo arrivati al Fentanyl? La storia è lunga.
È un’elaborazione sintetica dell’oppio, scoperta nel 1959 e da allora utilizzata per la fabbricazione di farmaci analgesici, la cui prescrizione, in America, ha visto una crescita geometrica. Dolori di ogni genere? Il medico prescrive, le farmacie sono fornite, la mutua paga una buona parte; il dolore è tornato? La ricetta è ripetibile. Dentro tutti questi farmaci (oggi sotto accusa, ci sono migliaia di cause in corso) c’era in genere il Fentanyl, ma poco. Ma si scoprì ben presto che si poteva estrarlo e usarlo da solo e che era 100 volte più potente della morfina; oggi è vietato, ma si scoprì che si poteva farlo arrivare, dalla Cina, via cartelli del Messico, poi che si poteva mischiarlo a cocaina, eroina, cannabis, metamfetamine e venderlo sulla strada ad acquirenti che non sapevano che cosa stavano comprando.
Comprarlo sul dark web pare sia molto facile, così come farselo arrivare a casa per posta. E costa pochissimo.

Sembra di capire che il Fentanyl abbia un grande futuro, sembra una specie di mostro semovente sintetico, un'altra cosa che nessuno aveva previsto. Arriverà anche da noi?

 

Droghe e povertà, piaghe gemelle

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente