Arrivi e partenze

Il lato oscuro degli scacchi. Barbaglia racconta Bobby Fischer

La sigla delle interviste "Il profumo delle pagine" è cantata da Laura Salvi - compositore Marco Zoppi

La sigla delle interviste "Il profumo delle pagine" è cantata da Laura Salvi - compositore Marco Zoppi

La diversità di Bobby, il suo essere "mostro", dentro di me ha mosso qualcosa... è un po come Moby Dick, Bobby Fischer, è un buco nero, ingorgo di energia magnetica che attira a sé chiunque abbia un po' di sensibilità per questo tipo di vite

Alessandro Barbaglia

Questa storia è fatta di luci e di ombre.
È una storia in cui i bianchi e i neri si equivalgono, e non è detto che le parti oscure (come le trentadue caselle nere di una scacchiera) siano le meno inquietanti. 
Pensiamo, ad esempio, al candore del latte: un bianco assoluto, di riferimento, per così dire. Un bianco evocativo di sensazioni materne, nutrienti, confortanti. 
Ma se il latte fosse l'unico nutrimento di un uomo adulto, per tutta la sua vita, cosa diremmo, noi, di quella persona?

La mossa del matto. L'Iliade di Bobby Fischer

«Cosa succede a chi rifiuta il mondo per giocare solo a scacchi se poi gli scacchi lo fanno diventare campione del mondo?" La mossa del matto è la storia di una vita, quella di Bobby Fischer, e il tentativo di rispondere a questa domanda partendo dalla ricostruzione della finale del campionato mondiale di scacchi del 1972,

È quel che si dev'essere chiesto anche Alessandro Barbaglia, per proporre a suo figlio Lorenzo, quattro anni, una caccia al tesoro in casa.
"Indizio: lo beve sempre Bobby Fischer", recitava uno dei bigliettini disseminati in giro per l'abitazione. "IL LATTE!", ha urlato allora Lorenzo, precipitandosi verso il frigo dove, attaccato al cartone del latte, c'era un post-it recante l'indizio successivo. È stato allora che Barbaglia - lo scrive nella postfazione al suo libro - ha realizzato quanto la sua ossessione per Bobby Fischer fosse entrata in profondità nella vita della sua famiglia. 

Ventiquattro mesi passati in compagnia di un'ombra. Due anni, scanditi dall'ideale buonanotte e dall'altrettanto fantasmatico buongiorno rivolti all'immagine di un uomo che "volle farsi scacchiera".
Già: quella di Barbaglia per Bobby Fischer, il più grande ed enigmatico scacchista di tutti i tempi, è stata un'ossessione simile a quella che Achab provava per Moby Dick. E come in quel caso, da un'ossessione è scaturita una grande storia. Venite a scoprirla nella nostra intervista esclusiva. Venite a scoprire La mossa del matto.  



Scoprite anche il nostro approfondimento in occasione della Giornata internazionale degli scacchi, con una bibliografia sul gioco degli scacchi consigliata da Anania Casale, addetto stampa della Federazione Scacchistica Italiana.

Le nostre interviste

La canzone di Maremosso è interpretata da Laura Salvi

Conosci l'autore

 

 

Alessandro Barbaglia (Novara 1980) è poeta e libraio. Per Mondadori ha pubblicato nel 2017 La Locanda dell'Ultima Solitudine, finalista al Premio Bancarella. Sempre per Mondadori è uscito nel 2018 L'Atlante dell'Invisibile e nel 2020 Nella balena.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente