Bassa marea

Il boom delle sere da detective

Qualche anno fa negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, le vendite di gialli, noir o  thriller che dir si voglia hanno superato quelle di tutti i generi di narrativa e una tendenza analoga si registra anche in molti altri paesi. Il fenomeno sembra addirittura accelerare: nel 2021 in Inghilterra le vendite di “crime fiction”, come si chiama nel mondo anglosassone, sono cresciute quasi del 20 per cento. Poiché anche le serie televisive su Netflix e gli altri canali in streaming abbondano di thriller, si potrebbe pensare che l’offerta sia sufficiente a soddisfare la domanda, ma non è così: la gente ha talmente tanta voglia di sentire detective-stories, altro modo di definire la categoria letteraria in questione, che quando non può leggerle su un libro o guardarle in tivù si improvvisa investigatore privato. Almeno per una sera o un weekend.

I giornali inglesi descrivono infatti il boom dei cosiddettiweekend murder misteries”, ovvero i fine settimana con un omicidio da risolvere: si tratta di una messa in scena in cui attori professionisti creano la trama di un giallo, a un certo punto avviene un delitto, e il pubblico partecipa alle indagini, cercando di arrivare alla soluzione. Ciascuno spettatore è in realtà un attore o almeno una comparsa nella vicenda, sulla quale può intervenire facendo domande, osservazioni, suggerimenti. E alla fine si vede chi aveva individuato il colpevole.

C’è una enorme varietà di intrattenimento di questo tipo. Si va da una settimana sull’Orient-Express per rivivere brividi simili a quelli del celebre romanzo di Agatha Christie, ma costa un po’ cara, 19980 sterline a persona, qualcosa come 22 mila euro a passeggero (tutto compreso naturalmente: viaggio, vitto, alloggio e giallo da risolvere), a un weekend nella campagna inglese del Chesire (350 sterline a testa per due notti in camera doppia, tutti i pasti e i drink inclusi), a un semplice spettacolo di due ore a Londra (25 sterline).

Il murder mistery lo hanno inventato gli inglesi con Sherlock Holmes, ma la “cena con delitto” è uno show diffuso anche in Italia: in Emilia-Romagna, per esempio, le organizza con crescente successo l’attore, scrittore e giornalista Giorgio Comaschi. Molti anni or sono, quando vivevo a New York, mi sono improvvisato detective anch’io per una “cena con delitto”. Mi rincresce ammettere che non risolsi il caso. Ma mi divertii molto lo stesso. Anche se i gialli mi diverto di più a leggerli. E, ogni tanto, a scriverli.

Altre riflessioni di Enrico Franceschini

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente