Diario di bordo

Il Mr. Wolf sbagliato

Mercoledì 21 dicembre 2022

Ci sarebbe da parlare del prof. Orsini, infilzatosi da sé sul caso del “giornalista del New York Times AMPIO”, ma credo sappiate ormai tutto, compreso il fatto che lo studioso che tutti volevano come candidato jolly capace di stravolgere il risultato elettorale, l’ospite più desiderato in un talk show, insegnante all’università Luiss - mica il Cepu - influencer, moderatamente hitleriano, editorialista, geopolitico, guru..., si è rivelato essere quello che è: un piccolo beneficiato da Bianca Berlinguer, Giuseppe Conte e Marco Travaglio per ragioni che a me, francamente, sfuggono.
Ma coraggio: è sempre andata così, come nella poesia del Belli, che una volta si studiava (volentieri) a scuola.



A dì trenta settembre il marchesino,
d’alto ingegno perché d’alto lignaggio,
diè nel castello avito il suo gran saggio:
di toscan, di francese e di latino.
Ritto all’ombra feudal d’un baldacchino
con voce ferma e signoril coraggio,
senza libri provò che paggio e maggio
scrìvonsi con due g come cuggino.
Quindi, passando al gallico idioma,
fè noto che jambon vuol dir prosciutto,
e Rome è una città simile a Roma.
E finalmente il marchesino Eufemio,
latinizzando esercito distrutto,
disse exercitus lardi, ed ebbe il premio!

Il secondo caso che farà discutere è quello del candidato a governatore della Regione Lazio, scelto direttamente dal Presidente Giorgia Meloni, il famoso talent scout che ci aveva già proposto il cultore dell’antichità Enrico Michetti come sindaco di Roma.
D’altronde “agli antichi romani piaceva la biga” eccetera, Caligola fece eleggere il suo cavallo eccetera eccetera...

L’ultimo prescelto si chiama Francesco Rocca, addirittura presidente della Croce Rossa Italiana e Internazionale, che i suoi estimatori chiamano Mr. Wolf per come sa risolvere i problemi della sanità. L'uomo è di estrazione fascista e non ne fa mistero, scegliendo in quell’ambiente i suoi collaboratori più vicini.
Una biografia sentimentale decisamente atipica in cui spicca anche (ai tempi della gioventù) una condanna a tre anni per “spaccio di eroina per conto di una gang nigeriana”.
... nigeriana? Ho capito bene? Sarà un errore… Pare proprio di no.
Conclusione che dovrebbe renderci felici: il futuro governatore del Lazio, perlomeno, non è un razzista.
E di questi tempi…

Di lupi in veste di agnello

Libri e film per approfondire

Il ritratto di Dorian Gray

Di Oscar Wilde | Feltrinelli, 2013

Agnello cha vai lupo che trovi

Di Nicoletta CodignolaArianna Papini | Fatatrac, 2005

Potrebbero interessarti anche

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente